giovedì, Dicembre 2, 2021
Home > Italia > Claviere, l’aggiornamento. Salvini: “Basta prese in giro”. E Giorgia Meloni: “Macron non darci lezioni”

Claviere, l’aggiornamento. Salvini: “Basta prese in giro”. E Giorgia Meloni: “Macron non darci lezioni”

gasparri

Aggiornamento su Claviere, Salvini: “Basta prese in giro” E Giorgia Meloni: “Macron non darci lezioni”. “La Francia ha comunicato di voler consegnare un gruppo di immigrati alle 9.49 di ieri (quelli del video pubblicato su questa Pagina), peccato li avesse già abbandonati in territorio italiano. Non solo.
Non c’è alcun accordo bilaterale Italia-Francia, scritto e ufficiale, che consenta questo tipo di operazioni. Se Macron parla di “prassi” ne deve rispondere il governo che ci ha preceduto: ora l’aria è cambiata e non accettiamo che vengano portati in Italia extracomunitari fermati in territorio francese, senza che le nostre forze dell’ordine possano verificarne l’identità.
L’ennesimo abuso delle autorità francesi, che hanno approfittato anche della buonafede della nostra Polizia, avrà conseguenze: per nostra iniziativa a Claviere sono già state inviate delle auto di pattuglia per controllare e presidiare il confine. Dalle parole ai fatti”. Così il ministro dell’interno, Matteo Salvini, sul proprio profilo Facebook. E’ solo di ieri il post su Facebook sempre targato Salvini: “
VIDEO INCREDIBILE! FACCIAMO GIRARE ALMENO IN RETE! Girato questa mattina a Claviere, sul confine Italia-Francia. Anche questa auto della polizia francese aveva sbagliato strada? Macron, rispondi!”

E Giorgia Meloni risponde così: “Macron scarica i migranti in Italia? E noi rispondiamo così…  Aiutateci a diffondere la verità: condividete!” “Macron  – spiega – si deve tenere i migranti che passano il confine e dovrebbe anche cortesemente liberare l’Africa dal neocolonialismo della Francia”. “Penso   -aggiunge – che la Francia di Macron sia assolutamente fuori controllo. Qualcuno dovrebbe ricordare a Macron che i migranti che lui riporta in Italia senza alcun tipo di buona educazione sono in realtà causati dal neocolonialismo francese e quindi noi vogliamo accendere i riflettori sul fatto che la Francia stampa moneta per quattordici nazioni africane sulle quali applica il signoraggio e che sfrutta i giacimenti ricchissimi di cui l’Africa dispone creando una povertà che produce milioni di persone che scappano dal continente per arrivare qui in Italia e in Europa”.