giovedì, Ottobre 22, 2020
Home > Marche > Abbandono scolastico: le Marche tra le regioni più virtuose, l’Abruzzo meglio di tutti. Tra le province la migliore è Ascoli

Abbandono scolastico: le Marche tra le regioni più virtuose, l’Abruzzo meglio di tutti. Tra le province la migliore è Ascoli

comune di Giulianova

Ancona – L’abbandono scolastico nelle Marche è del 10,1% Quello dell’Italia è del 14%. L’abbandono scolastico è considerato un problema sociale grave.  Uno degli obiettivi stabiliti dall’Ue è che la quota di giovani che abbandonano prematuramente gli studi scenda sotto il 10% entro il 2020. Ma cosa si calcola l’abbandono? Lo studio di Openpolis ,ha lavorato i dati secondo la scelta metodologica adottata a livello europeo che consiste di utilizzare come indicatore indiretto la percentuale di giovani tra 18 e 24 anni che hanno solo la licenza media.Tra questi viene incluso anche chi ha conseguito una qualifica professionale regionale di primo livello con durata inferiore ai due anni. Seguendo questo indicatore, l’Italia nel 2017 è il quarto paese con più abbandoni (14%), dopo Malta (18,6%) Spagna (18,3%) e Romania (18,1%). La situazione delle Marche è migliore rispetto a molte altre regioni. La più virtuosa in ogni caso è l’Abruzzo con il 7,4%. Bene anche l’Umbria (9,3%) e l’Emilia Romagna (9,9%). Le Marche dunque sono al quarto posto. Le regioni peggiori sono Sardegna (21,2%) Sicilia (20,9%) e al Campania (19,1%).Ma tornando alla regione Marche, possiamo notare differenze marcate tra le cinque province. La migliore è quella di Ascoli Piceno con il 6,3%. Segue Pesaro/ Urbino con il 9,3%, Ancona con il 10,5% e Macerata con 11,5%. Ultima posizione, Fermo con il 12,5%. Chiaramente il metodo di calcolo, come riconoscono gli stessi autori dello studio, ha dei limiti. Innanzitutto offre un punto di vista retrospettivo; il risultato è dato dal conseguimento del diploma che non sempre corrisponde a livelli alti di competenza e poi non sono disponibili dati comunali ma solo provinciali e regionali. Attualmente però, le cifre disponibili sono le uniche che possono darci un’idea del problema a livello generale e fare luce sui progressi fatti nel corso del tempo.

 

Roberto Guidotti

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

 

 

Roberto Guidotti
Giornalista pubblicista iscritto all'Albo dei giornalisti delle Marche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *