sabato, Gennaio 23, 2021
Home > Italia > Apertura in rialzo per Piazza Affari: decisivo il rapporto Usa-Cina

Apertura in rialzo per Piazza Affari: decisivo il rapporto Usa-Cina

< img src="https://www.la-notizia.net/affari" alt="affari"

Apertura in deciso rialzo per Piazza Affari, in scia alla corsa dei listini asiatici e alle speranze di un accordo che ponga fine alla guerra commerciale tra Usa e Cina. Il Ftse Mib ha avviato le contrattazioni in progresso dello 0,97%, a 19.371 punti. Nel frattempo lo spread è in deciso calo nei primi scambi della giornata. Il differenziale scende a 292 punti base col tasso sul titolo decennale del Tesoro è al 3,35%.

Volano le Borse asiatiche dopo la telefonata tra il presidente Usa Donald Trump e quello cinese Xi Jinping e le indiscrezioni secondo cui lo stesso Trump avrebbe chiesto ai suoi funzionari di mettere a punto una bozza di accordo commerciale da discutere in occasione del G20 in Argentina.

Tokyo ha chiuso in rialzo del 2,56%, Seul del 3,53% Shanghai del 2,7%, Shenzhen del 3,43% e Hong Kong, a scambi ancora in corso, avanza del 3,8%, in quella che è la miglior seduta per i listini dell’area dall’aprile del 2016. Ma i segnali di disgelo fanno correre anche i future sull’Europa e su Wall Street riportando gli investitori, dopo un mese di ottobre disastroso per i mercati azionari, ad orientarsi verso asset rischiosi vendendo ‘safe haven’ come lo yen, in calo su tutte le valute, e i Treasury americani, i cui rendimenti salgono di 4 punti base.

“I commenti positivi del presidente Trump sulle tensioni tra Usa e Cina stanno facendo sorridere i mercati nel breve termine”, ha detto Tai Hui di Jp Morgan.

E corrono in avvio di seduta le Borse europee, spinte dalle speranze di un accordo tra Usa e Cina che ponga fine alla guerra commerciale avviata dal presidente Donald Trump. Francoforte ha aperto in progresso dell’1,46%, con l’indice Dax a 11.636 punti, Parigi dell’1,2%, con il Cac 40 che segna 5.147 punti, mentre Londra sale dello 0,91%, con il Ftse 100 a 7.179 punti. (Fonte ANSA)

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *