martedì, Gennaio 19, 2021
Home > Italia > Arrigoni (Lega): “Terremoto, il governo smonta gli alibi: proroga 700 contratti ed emergenza nella Legge di Bilancio”

Arrigoni (Lega): “Terremoto, il governo smonta gli alibi: proroga 700 contratti ed emergenza nella Legge di Bilancio”

< img src="https://www.la-notizia.net/arrigoni" alt="arrigoni"

Arrigoni (Lega Marche): Terremoto, il governo smonta gli alibi: proroga 700 contratti ed emergenza nella Legge di Bilancio

La strumentalizzazione politica del terremoto non ha più senso: con la Legge di Bilancio il #governodelbuonsenso dimostra ancora una volta di voler mantenere le promesse. Dopo quelle espresse nel Decreto Genova, continua a dare risposte concrete ai terremotati attraverso misure attese e fondamentali come la proroga dello stato di emergenza, della struttura commissariale e dei contratti del personale”.

Il senatore Paolo Arrigoni, responsabile Lega Marche, annuncia con evidente soddifazione i provvedimenti sul terremoto contenuti nella manovra finanziaria, in particolare quelli contenuti nell’articolo 79 commi 3 e 4. Tra questi ci sono anche la proroga fino al 31 dicembre 2020 della struttura commissariale e dei contratti del personale nonché lo stanziamento di 360 milioni di euro per l’emergenza.

La proroga al 31 dicembre 2019 dell’emergenza ed il suo ingente finanaziamento è funzionale all’avvio della ricostruzione pesante: consentirà alla Protezione Civile di portare a termine il proprio compito di rimuovere le macerie. La proroga dei contratti, invece, lascia a disposizione di Comuni e Regioni personale motivato e formato sul campo con cui velocizzare ogni procedura, a partire dalla ricostruzione leggera per la quale si era già provveduto a regolarizzare le piccole difformità.

Il governo, nei limiti imposti dai vincoli di programmazione economica, ha scelto di dire basta ad ogni possibile alibi mettendo in campo risorse economiche e strumenti fondamentali – conclude Arrigoni – Mi auguro che Presidenti di Regione e alcuni sindaci smettano finalmente di alimentare sterili polemiche politiche per sviare l’attenzione da un bilancio fallimentare della ricostruzione targata PD perché non hanno più neppure un dito dietro cui nascondersi”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

 

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *