lunedì, Gennaio 25, 2021
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Il film consigliato stasera in TV: “RITORNO AL FUTURO – PARTE 3” lunedì 6 novembre 2018

Il film consigliato stasera in TV: “RITORNO AL FUTURO – PARTE 3” lunedì 6 novembre 2018

Il film consigliato stasera in TV: “RITORNO AL FUTURO – PARTE 3” lunedì 6 novembre 2018 alle 21:00 su 20 MEDIASET (Canale 20)

 

Ritorno al futuro – Parte III (Back to the Future Part III) è un film del 1990 diretto da Robert Zemeckis, terzo e ultimo episodio della trilogia omonima.

Inizialmente le trame di Ritorno al futuro – Parte III e del capitolo precedenteRitorno al futuro – Parte II dovevano essere contenute in un solo film, che avrebbe dovuto intitolarsi Paradox.

Il diciassettenne Marty McFly è rimasto nuovamente intrappolato nel 1955. Il suo amico Doc, infatti, nella notte del 12 novembre 1955 è stato catapultato nel 1885 dalla scarica di un fulmine, insieme alla macchina del tempo. Costretto a chiedere nuovamente aiuto al “giovane” Doc, Marty scopre, nel recuperare la DeLorean (nel frattempo nascosta in un vecchio cimitero abbandonato dal Doc finito nell’Ottocento), che questi verrà ucciso pochi mesi dopo il suo arrivo nel 1885 dal feroce pistolero Buford “Cane Pazzo” Tannen, bisnonno di Biff, per un debito di 80 dollari.

Deciso a salvare l’amico, Marty, dopo che la DeLorean è stata riparata, si fa dare dal Doc del 1955 dei vestiti adatti e parte per il vecchio West: lì, sotto il nome di Clint Eastwood, farà conoscenza con i suoi avi irlandesi, tra i quali il neonato bisnonno William (il primo McFly nato in America) e i trisavoli Seamus e Maggie McFly. Non appena trova Doc (che nel 1885 ha iniziato a fare il maniscalco come copertura), lo informa di tutto, ma purtroppo per poter tornare al futuro devono prima trovare un modo per far raggiungere alla DeLorean le 88 miglia orarie necessarie, dal momento che la macchina del tempo è rimasta senza benzina, in quanto una freccia dei pellerossa che avevano inseguito Marty al suo arrivo ha bucato il serbatoio. I due provano ad alimentare l’auto con una bevanda fortemente alcolica acquistata al saloon, e ciò danneggia il sistema di iniezione. Dopo aver verificato che nemmeno il più veloce dei cavalli da traino arriva a tale velocità, che non si riesce a farla scivolare da un pendio e che non c’è tempo di aspettare l’inverno per farla scivolare su un lago ghiacciato, arrivano all’idea di spingerla con una locomotiva a vapore. Il macchinista del treno spiega loro che per lanciare una locomotiva dell’epoca a circa 90 miglia all’ora è necessario che vi sia un tracciato dritto e con la giusta inclinazione, che la locomotiva non traini alcun vagone e che la caldaia sia particolarmente calda. Nel mettere a punto il piano, arrivano a salvare dalla caduta di un burrone un carro guidato dalla maestra Clara Clayton (questo modifica leggermente la precedente linea temporale, in quanto il burrone avrebbe preso il nome di “Clayton” in seguito alla morte della donna). Doc s’innamora a prima vista di lei, tanto da decidere in un primo momento di rinunciare a tornare nel 1985. Quando Marty riesce a convincere nuovamente Doc a partire, ricordandogli che la sua morte poteva ancora essere nel suo futuro prossimo, Doc, dovendo dare spiegazioni a Clara, prova a raccontarle la verità e a convincerla dei viaggi nel tempo, ma non viene creduto e ottiene solo una dolorosa rottura del loro amore.

Arriva il giorno del viaggio: dopo la sfida a duello tra Marty e l’arrogante Buford (vinta da Marty grazie a una furbizia ispirata da Per un pugno di dollari), i due protagonisti mettono in atto il piano per dirottare la locomotiva, ma succede un imprevisto: Clara ha scoperto il loro piano e li raggiunge. Saltata sulla locomotiva in movimento, il suo vestito resta impigliato e lei rischia la morte.

A questo punto Doc, per salvarla, deve rinunciare a salire sulla DeLorean e quindi a tornare nel 1985. Al contrario Marty torna al futuro come previsto (27 ottobre 1985, alle 11 del mattino), con la DeLorean lanciata sui binari dell’odierno ponte sul burrone, ponte che nel 1885 doveva ancora essere completato. Pochi secondi dopo, il passaggio di un treno su quegli stessi binari distrugge la DeLorean. Il destino quindi ha esaudito il desiderio che Doc aveva fin dal ritorno dal 2015. Marty però è triste perché in questo modo pensa che Doc non potrà mai più tornare. Mentre è intento a guardare i resti della macchina con Jennifer (alla quale nel frattempo ha raccontato tutta la verità), da un lampo di luce appare un’incredibile “locomotiva del tempo”, dalla quale esce proprio Doc, che nel frattempo si è sposato con Clara e ha avuto due figli, Giulio e Verne. Tornato per rivedere il suo giovane amico, Doc gli dice di aver costruito un nuovo flusso canalizzatore, funzionante a vapore, e gli consegna un regalo: un quadretto con la foto accanto all’orologio di Hill Valley del 1885, che lui e Doc avevano fatto assieme. Dopodiché Doc parte con la sua famiglia in un nuovo viaggio nel tempo.

Regia di Robert Zemeckis

Con Michael J. Fox, Lea Thompson, Christopher Lloyd ed Elizabeth Shue

Fonte: WIKIPEDIA

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *