domenica, Novembre 29, 2020
Home > Abruzzo > 12 milioni del Masterplan per completare e bonificare le vecchie discariche in infrazione

12 milioni del Masterplan per completare e bonificare le vecchie discariche in infrazione

< img src="https://www.la-notizia.net/bomba" alt="bomba"

12 milioni del Masterplan per completare e bonificare le vecchie discariche in infrazione. «Chi ci conosce sa che amiamo parlare con i fatti». Esordisce così il Sottosegretario d’Abruzzo Mario Mazzocca, a commento della conclusione dell’iter amministrativo relativo al finanziamento delle discariche incluse nella 2^ Procedura di Infrazione comunitaria (la n. 2011/2065). Il Servizio Gestione Rifiuti, infatti, lo scorso 30 ottobre ha dato attuazione alla programmazione regionale definita due anni fa con tre specifiche deliberazioni di giunta, due (la n. 402 del 25.06.2016 e la n. 693 del 05.11.2016) relative alla occorrente dotazione finanziaria e l’ultima (la n. 764 del 22/11/2016) inerente l’aggiornamento dell’anagrafe regionale dei siti a rischio potenziale.

«Con il recente atto decisorio – dichiara il Sottosegretario Regionale Mario Mazzocca – la Regione Abruzzo ha disposto la programmazione complessiva delle risorse del Programma “Masterplan Abruzzo – Patto per il Sud” (Settore prioritario “Ambiente”), per un importo complessivo di 12 milioni di Euro, relativa a siti di discariche pubbliche dismesse interessate da una Procedura di Infrazione aperta dall’Unione European nel lontano 2011 e a siti di discariche pubbliche dismesse da bonificare (ai sensi del Titolo V del “Codice dell’Ambiente” e da chiudere definitivamente, individuati secondo criteri di priorità derivanti da dissesti idrogeologici in atto e/o da rilevanti criticità ambientali che richiedono interventi urgenti ed indifferibili».

«Nello specifico – continua Mazzocca – sono 11 gli interventi finanziati con le risorse del Masterplan (priorità 1 e 2): Capestrano (AQ) – località Tirassegno – €. 648.859,25; Capistrello (AQ) – località Trasolero – €. 368.022,94; Castelvecchio Calvisio (AQ) – località Termine – €. 317.125,15; Corfinio (AQ) – località Case Querceto – €. 635.000,00; Sant’Omero (TE) – località Ficcadenti – €. 815.650,00; Vacri (CH) – località C.da Capo Croce – €. 480.000,00; Fara Filiorum Petri (CH) – località Colle S.Donato – €. 1.970.000,00; Fossacesia (CH) – località Dietro Cimitero – €. 1.440.000,00; Guardiagrele (CH) – località Brugniti – Colle Barone – €. 2.000.000,00; Teramo – località La Torre – €. 2.600.000,00; Spoltore (PE) – località Santa Teresa – €. 725.000,00; per una dotazione finanziaria di 12 milioni di euro».

«L’attuazione dei restanti 13 interventi in ‘priorità 3’ – argomenta il Sottosegretario Regionale –, per un ulteriore investimento di 6 milioni di euro, avverrà successivamente alla rimodulazione dei fondi del ‘Masterplan’ prevista per il prossimo gennaio. I detti interventi sono di seguito individuati: Villamagna (CH) – loc. Fonte Grande – €. 145.643,00; Carpineto Sinello (CH) – loc. Colle Mulino – €. 400.000,00; Cupello (CH) – loc. Pozzacchio – €. 1.094.209,76; Casoli (CH) – loc. Coste Martino – €. 600.000,00; Fara S.Martino (CH) – loc. Tre Valloni – €. 850.000,00; Civitella Casanova (PE) – loc. Cda Mastropaolo Vaizzo – €. 110.000,00; Catignano (PE) – loc. Micarone – €. 250.000,00; Roccamorice (PE) – loc. Colle della Lucertola – €. 800.000,00; Manoppello (PE) – loc. Ponte Alba – €. 500.000,00; Corvara (PE) – loc. Vicenne – €. 168.280,00; Giulianova (TE) – loc. Colleranesco – €. 600.000,00; Roseto degli Abruzzi (TE) – loc. Colle Quattrino – €. 500.000,00; Tortoreto (TE) – loc. Fondo Valle Salinello – €. 675.000,00».

«Questa ulteriore iniziativa – continua Mazzocca – contribuirà beneficamente ad alimentare le azioni regionali in corso sul tema dell’economia circolare e vanificare gli effetti di pesanti eredità del passato; nello specifico mi riferisco alle 3 Procedure di Infrazione 2003/2077 (la 1^ in materia di siti abusivi e da bonificare, la 2^ in materia di mancato adeguamento delle discariche alla direttiva europea e la 3^ in materia di mancato adeguamento del Piano Rifiuti entro il 2013). Tale aggiuntiva azione regionale, i cui dettagli saranno evidenziati a breve nel corso di una apposita conferenza stampa, consentirà all’Abruzzo di chiudere il cerchio e superare così le relative milionarie sanzioni comunitarie».

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

 

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *