martedì, Gennaio 19, 2021
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Il sogno di Brunello Cucinelli a Passaggi di Natale 2019: Fano, Teatro della Fortuna, 12 dicembre

Il sogno di Brunello Cucinelli a Passaggi di Natale 2019: Fano, Teatro della Fortuna, 12 dicembre

Fano – Brunello Cucinelli, re mondiale del cachemire e profeta del capitalismo umanistico, sarà l’ospite della seconda edizione di Passaggi di Natale 2018, spin-off invernale del Festival della Saggistica Passaggi, in programma al Teatro della Fortuna di Fano mercoledì 12 dicembre alle ore 18.00 (ingresso gratuito fino al riempimento capienza teatro). L’iniziativa è promossa da Passaggi Cultura e Librerie Coop e organizzata con il patrocinio e il sostegno di Comune di Fano e della Fondazione Teatro della Fortuna.

L’imprenditore umbro è autore del libro autobiografico Il sogno di Solomeo edito da Feltrinelli, nel quale ripercorre la storia della sua vita che si incarna in un sogno realizzato che si chiama, appunto, Solomeo, il piccolo borgo trecentesco in provincia di Perugia sede della sua azienda, che si è trasformato in un’impresa umanistica. Questa storia straordinaria sarà raccontata dall’autore insieme a Lorenzo Salvia, giornalista del Corriere della Sera.

Due le novità di quest’anno: durante la presentazione, il pubblico potrà intervenire con le domande all’autore: i quesiti dovranno essere postati sulla pagina Facebook Passaggi Festival e saranno poi selezionati dal giornalista Dante Leopardi. Inoltre, durante la presentazione sarà attivo un laboratorio per i più piccoli curato da Ippolita Bonci Del Bene, esperta in filosofia per bambini.

“Torniamo con Passaggi di Natale per ringraziare e fare gli auguri alla città e al pubblico che ci segue ogni estate più numeroso – hanno spiegato in conferenza stampa il presidente di Passaggi Festival Cesare Carnaroli e il direttore Giovanni Belfiori – portando a Fano un grande nome dell’imprenditoria italiana la cui storia può essere di stimolo soprattutto ai tanti giovani che devono iniziare a costruire il proprio futuro.”

Con 1.700 dipendenti (500 a Solomeo), circa 100 negozi monomarca in tutto il mondo, 50 milioni di utile nel 2017, più di 422 milioni di ricavi nei primi 9 mesi del 2018, la Brunello Cucinelli Spa è un’azienda da record nel panorama italiano con un approccio agli affari fondato sull’unione tra numeri e anima. Nato a Castel Rigone (Perugia) da una famiglia contadina dalla quale deriva la visione di un lavoro rispettoso della “dignità morale ed economica dell’uomo”, Cucinelli comincia nel 1978 a 25 anni con una piccola impresa ed una grande idea: colorare il cashmere. Nel 1982 si trasferisce a Solomeo che diventa il grande laboratorio dei suoi successi di imprenditore e di umanista. Tre anni dopo acquista il castello diroccato del borgo che diventa la sede della sua azienda. Nel 2000 acquista e riadatta gli opifici già esistenti per adeguare le strutture produttive alle crescenti richieste del mercato. Nasce il Foro delle Arti, con l’annessa Biblioteca Neoumanistica Aureliana, il ginnasio, l’anfiteatro e il teatro. Nel 2013 presenta l’azienda alla Borsa di Milano e istituisce a Solomeo una Scuola di Arti e Mestieri per conservare e tramandare l’artigianato. Nel 2014, ad opera della Fondazione Brunello e Federica Cucinelli, viene presentato il Progetto per la Bellezza, tre parchi nella valle ai piedi del borgo realizzati recuperando parte del terreno già occupato da vecchi opifici in disuso, inaugurato a settembre 2018. Cucinelli ha ricevuto il Global Economy Prize per aver saputo “impersonare perfettamente la figura del Mercante Onorevole”, la Laurea Honoris Causa in Filosofia ed Etica delle relazioni umane dall’Università di Perugia, ed è Cavaliere del Lavoro e Cavaliere di Gran Croce al Merito della Repubblica Italiana.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *