mercoledì, Novembre 25, 2020
Home > Abruzzo > Giulianova, sale su una barca a vela per rubare: arrestato. Era ricercato negli Stati Uniti

Giulianova, sale su una barca a vela per rubare: arrestato. Era ricercato negli Stati Uniti

Nella nottata di oggi i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Giulianova hanno arrestato P.H., cinquantenne statunitense. L’uomo, infatti, era salito a bordo di una barca a vela ormeggiata al porto, mettendone a soqquadro le cabine nel tentativo di trovare denaro o qualche altro oggetto di valore da rubare, ma è stato sorpreso dal proprietario del natante, un sessantaseienne dell’Aquila, che ha allertato i Carabinieri e ha cercato in tutti i modi di non farlo allontanare. Lo statunitense ha quindi inveito contro il proprietario della barca, scaricando la propria rabbia sul natante stesso, spaccandone gli sportelli del mobilio e le porte delle cabine per danni quantificati in alcune migliaia di euro. All’arrivo dei Carabinieri il malvivente tentava inutilmente la fuga, abbandonando il materiale di cui si era impossessato, in particolare generi alimentari e biancheria. Trovandosi però la strada sbarrata dai militari dell’Arma, impugnava un grosso coltello e tentava di colpire uno dei due Carabinieri intervenuti sul posto, lacerandogli una manica della giacca a vento. Per immobilizzarlo è stato necessario utilizzare lo spray al peperoncino. Una volta in caserma, si è appurato che l’uomo, molto pericoloso dal punto di vista sociale, era ricercato negli Stati Uniti d’America per essere fuggito da un istituto di sorveglianza del Minnesota e per questo verrà presto rimpatriato per essere processato nel suo paese di provenienza. Nel frattempo, dopo le formalità di rito in caserma è stato associato al carcere di Castrogno. L’udienza di convalida dell’arresto è prevista presso il carcere di Teramo lunedi mattina. Il malvivente dovrà rispondere al giudice dei reati di rapina, violenza, minaccia e resistenza aggravata a pubblico ufficiale, porto abusivo di coltello di genere proibito e false attestazioni sulla propria identità personale. Il coltello è stato sequestrato.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *