sabato, Novembre 27, 2021
Home > Mondo > Terremoto in casa Renault-Nissan: accusato di evasione fiscale il numero uno del gruppo, Carlos Ghosn

Terremoto in casa Renault-Nissan: accusato di evasione fiscale il numero uno del gruppo, Carlos Ghosn

< img src="https://www.la-notizia.net/carlos" alt="carlos"

Terremoto in casa Renault-Nissan: accusato di evasione fiscale il numero uno del gruppo, Carlos Ghosn. Il manager, che da diversi anni guida il gruppo, avrebbe nascosto al Fisco una buona parte dei propri guadagni. La casa giapponese dichiara che non ci saranno sconti e, se colpevole, sarà certamente licenziato.

Il 2017 sarà un anno indelebile nella storia del gruppo Renault. Infatti, dopo aver rilanciato tutti i marchi, ha ottenuto il primato per produzione di autoveicoli, superando due giganti come Toyota e Volkswagen. Ha quindi sconvolto tutti apprendere, nelle ultime ore, che il top manager del gruppo, che ne ha determinato una così brillante crescita, avrebbe evaso il fisco per diversi milioni di dollari.

Carlos Ghosn, di origine libanese, è un ingegnere considerato un guru nel mondo automobilistico: sua l’intuizione di sfondare nel mercato asiatico, acquisendo Nissan. E sempre farina del suo sacco il rinnovamento di tutte le linee e il mercato dell’ibrido, in particolare grazie alla collaborazione con Mitsubishi.

Oggi l’emittente giapponese Nhk è tuttavia impietosa rispetto alla presunta condotta del manager: “L’ufficio del procuratore distrettuale di Tokyo ha arrestato Ghosn, presidente della Nissan, con l’accusa di violazione della legge sugli strumenti finanziari e gli scambi azionari”. Il manager sarebbe già stato interrogato dalla procura di Tokyo, che procederà al suo arresto qualora le accuse verranno confermate.

Intanto, oggi il titolo Nissan ha perso complessivamente il 12% e Renault oltre il 14%.

Andrea Zappelli


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net