sabato, Gennaio 16, 2021
Home > Mondo > Terremoto in casa Renault-Nissan: accusato di evasione fiscale il numero uno del gruppo, Carlos Ghosn

Terremoto in casa Renault-Nissan: accusato di evasione fiscale il numero uno del gruppo, Carlos Ghosn

< img src="https://www.la-notizia.net/carlos" alt="carlos"

Terremoto in casa Renault-Nissan: accusato di evasione fiscale il numero uno del gruppo, Carlos Ghosn. Il manager, che da diversi anni guida il gruppo, avrebbe nascosto al Fisco una buona parte dei propri guadagni. La casa giapponese dichiara che non ci saranno sconti e, se colpevole, sarà certamente licenziato.

Il 2017 sarà un anno indelebile nella storia del gruppo Renault. Infatti, dopo aver rilanciato tutti i marchi, ha ottenuto il primato per produzione di autoveicoli, superando due giganti come Toyota e Volkswagen. Ha quindi sconvolto tutti apprendere, nelle ultime ore, che il top manager del gruppo, che ne ha determinato una così brillante crescita, avrebbe evaso il fisco per diversi milioni di dollari.

Carlos Ghosn, di origine libanese, è un ingegnere considerato un guru nel mondo automobilistico: sua l’intuizione di sfondare nel mercato asiatico, acquisendo Nissan. E sempre farina del suo sacco il rinnovamento di tutte le linee e il mercato dell’ibrido, in particolare grazie alla collaborazione con Mitsubishi.

Oggi l’emittente giapponese Nhk è tuttavia impietosa rispetto alla presunta condotta del manager: “L’ufficio del procuratore distrettuale di Tokyo ha arrestato Ghosn, presidente della Nissan, con l’accusa di violazione della legge sugli strumenti finanziari e gli scambi azionari”. Il manager sarebbe già stato interrogato dalla procura di Tokyo, che procederà al suo arresto qualora le accuse verranno confermate.

Intanto, oggi il titolo Nissan ha perso complessivamente il 12% e Renault oltre il 14%.

Andrea Zappelli


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *