domenica, Maggio 9, 2021
Home > Marche > Tod’s Comunanza, Ugl: “Provvedimento disciplinare all’RLS perché puntiglioso sulla sicurezza”

Tod’s Comunanza, Ugl: “Provvedimento disciplinare all’RLS perché puntiglioso sulla sicurezza”

< img src="https://www.la-notizia.net/consorzio" alt="consorzio"

Riceviamo dalla segreteria provinciale di Ugl Ascoli Piceno e pubblichiamo: “Giovedì prossimo 22 novembre, è fissato il nuovo incontro, sicuramente decisivo, del collegio di conciliazione ed arbitrato sul provvedimento disciplinare preso dalla Tod’s nei confronti del componente RSU e del Rappresentante Sicurezza Lavoratori della UGL dello stabilimento di Comunanza.

La prova antincendio la cause del contendere; la schietta e motivata non partecipazione del Rappresentante Sicurezza Lavoratori a quella astratta simulazione del 13/06/2018 il presupposto del provvedimento disciplinare di due giorni di sospensione.

Il Rappresentante Sicurezza Lavoratori chiede una simulazione reale, concreta, con tutti i passaggi operativi come da normativa; l’azienda ripropone una simulazione astratta, erronea, come fatta in passato e quindi del tutto inutile. Il Rappresentante Sicurezza Lavoratori da un segnale forte per dire che le cose così non vanno e non si presenta alla prova antincendio.

La Tod’s gli commina due giorni di sospensione.

Il caso è emblematico. Sulla sicurezza c’è spesso superficialità e la superficialità genera piccole e grandi tragedie. La puntigliosità giusta del Rappresentante Sicurezza Lavoratori è una grande risorsa all’abbattimento dei rischi; privilegiare la scrupolosità nella sicurezza preventiva degli ambienti di lavoro è compito fortemente impegnativo per il sindacato.

Il “destino” ha voluto che nella scorsa settimana c’è stato veramente un principio di incendio e proprio nel reparto in cui lavora l’RLS; tutte le carenze che l’RLS aveva fatto presente nella simulazione sono plasticamente accadute. Il collegio del 22 novembre assume una forte valenza sul problema sicurezza; con gli avvocati calati da Milano a difendere l’operato della Tod’s e la UGL proiettata nella centralità della sicurezza.

Auspichiamo che la Tod’s valuti attentamente l’intera questione perché pacificamente si componga.

La UGL vorrebbe privilegiare un cammino condiviso, anche di schietta dialettica, per meglio prevenire i rischi negli ambienti di lavoro; soprattutto con la Tod’s a cui va riconosciuto l’impegno profuso per il territorio nel drammatico evento sismico”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

 

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *