lunedì, Gennaio 18, 2021
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Il film consigliato stasera in TV: “HARRY POTTER E IL PRINCIPE MEZZOSANGUE” mercoledì 21 novembre 2018

Il film consigliato stasera in TV: “HARRY POTTER E IL PRINCIPE MEZZOSANGUE” mercoledì 21 novembre 2018

Il film consigliato stasera in TV: “HARRY POTTER E IL PRINCIPE MEZZOSANGUE” mercoledì 21 novembre 2018 alle 21:25 su ITALIA 1

 

Harry Potter e il principe mezzosangue (Harry Potter and the Half-Blood Prince) è un film del 2009 diretto da David Yates, trasposizione cinematografica dell’omonimo romanzo di J. K. Rowling, sesto volume della saga di Harry Potter.

Un gruppo di mangiamorte provoca disagi e magie oscure anche nel mondo dei babbani, in cui Voldemort si sta estendendo, distruggendo il Millennium Bridge e procurando molti danni. Il gruppo di mangiamorte arriva poi a Diagon Alley, dove i malvagi rapiscono con una mossa fenomenale il fabbricante di bacchette Olivander, per poi volatilizzarsi. Sempre a Diagon Alley Harry Pottere i suoi amici di sempre, Ron Weasley e Hermione Granger, si imbattono inDraco Malfoy, che si aggira per la strada magica con fare misterioso, diretto insieme alla madre, Narcissa Malfoy, verso la bottega Magie Sinister. Dopo averlo seguito, i tre maghi notano l’interesse di Malfoy per un particolare armadio esposto nel negozio e l’inquietante presenza di alcuni Mangiamorte, tra cui Bellatrix Lestrange e il lupo mannaro Fenrir Greyback.

Harry comincia il suo sesto anno scolastico a Hogwarts. Durante l’anno è capitano della squadra di Quidditch di Grifondoro, nella quale entrano a far parte sia Ron, sia Ginny Weasley. Da qui, nasceranno alcune storie d’amore, tra Ron e Lavanda Brown (facendo scatenare la gelosia di Hermione) e tra Ginny e Dean Thomas. L’insegnante Severus Piton viene nominato insegnante di Difesa Contro le Arti Oscure, mentre la cattedra di Pozioni viene assegnata al professor Horace Lumacorno, vecchio amico del preside Albus Silente. Nel laboratorio di pozioni Harry scopre per caso un manuale appartenuto a un misterioso “Principe Mezzosangue”, esperto pozionista e ideatore di diversi incantesimi. Col passare del tempo, Harry sfrutta gli appunti del Principe Mezzosangue, ottenendo risultati sorprendenti in una materia nella quale aveva da sempre mostrato parecchie carenze. Dal manuale Harry impara, inoltre, un nuovo potente incantesimo, il Sectumsempra, che si rivelerà un incantesimo di magia oscura.

Dopo aver ferito gravemente Draco Malfoy con l’incantesimo ideato dal Principe Mezzosangue, Harry viene persuaso dai suoi amici a sbarazzarsi del manuale, nascondendolo nella Stanza delle Necessità. Ron, in seguito a un litigio con Lavanda, si riappacifica con Hermione. Nel frattempo Malfoy è sospettato da Harry di essere un Mangiamorte, dato che Potter pensa sia stato Draco a dare a Katie Bell la collana maledetta destinata a Silente e sia stato lui a mettere del veleno nell’idromele che ha bevuto Ron, guarito poi con un bezoar, destinato sempre a Silente. A Natale però i Mangiamorte attaccano ancora una volta, distruggendo la Tana.

Durante l’anno Harry segue delle lezioni private con Silente, che riversa nelPensatoio alcuni ricordi riguardanti avvenimenti fondamentali della vita di Lord Voldemort e del suo potere magico. Il compito più importante di Harry nel corso dei giorni trascorsi a Hogwarts è quello di ottenere un prezioso ricordo appartenente al professor Lumacorno, contenente informazioni di vitale importanza per conoscere e sconfiggere il Signore Oscuro. Il ricordo cercato e poi ottenuto, sotto l’effetto della Felix Felicis, svela il segreto degli Horcrux, oggetti magici oppure esseri viventi in cui Voldemort, tramite una magia oscura che richiedeva anche il commettere degli omicidi, aveva inserito in passato parte della propria anima per garantirsi l’immortalità dello spirito, così se il suo corpo veniva distrutto, egli non sarebbe morto perché una parte di esso restava legata alla Terra nell’oggetto o essere vivente trasformato in Horcrux.

Per questo motivo Voldemort non era morto nel tentativo di uccidere il piccolo Harry, quando la maledizione gli era rimbalzata addosso. Il potere degli Horcrux l’ha sempre lasciato in vita, anche dopo il suo ritorno. Secondo alcune ipotesi gli Horcrux dovrebbero essere sette, numero detto da Voldemort adolescente nel ricordo, due dei quali sono già stati distrutti: l’anello di Orvoloson Gaunt, già distrutto quell’anno da Silente, rimasto però gravemente ferito dalla maledizione che lo aveva colpito quando l’aveva messo al dito, e il diario di Tom Riddle, già distrutto da Harry nella Camera dei Segreti quattro anni prima. Se si distruggessero anche i restanti quattro Horcrux (poiché l’ultimo brandello di anima risiede nel corpo di Voldemort stesso), Voldemort perderebbe la propria immortalità.

Ottenuto il ricordo con il segreto tanto atteso, Silente chiede a Harry di accompagnarlo in una caverna per distruggere un presunto Horcrux già individuato, il medaglione di Serpeverde. I due maghi riescono a impossessarsi del medaglione, ma i potenti incantesimi posti a protezione dell’oggetto, tra i quali bere una pozione, indeboliranno seriamente Silente. Tornati a Hogwarts, Silente avverte il pericolo e ordina a Harry di nascondersi, ed egli obbedisce suo malgrado. Ad attendere il preside debole in cima alla torre di Astronomia c’è Draco Malfoy che, dopo aver disarmato l’anziano mago, svela il suo piano; ormai appartenente alle file dei Mangiamorte, Malfoy ha il compito di uccidere Silente per ordine di Voldemort, altrimenti sarebbe stato ucciso. Era tutto l’anno che cercava di farlo, con la collana su Katie Bell destinata a lui e con il veleno al posto dell’idromele, dimostrando che Harry aveva ragione.

Con l’armadio svanitore nella Stanza delle Necessità e grazie a un suo gemello presente nel negozio di Magie Sinister, Malfoy ha creato un passaggio grazie a cui è riuscito a far arrivare al castello i Mangiamorte, i quali lo raggiungono sulla torre. Tuttavia, Malfoy non trova il coraggio per uccidere Silente. A sorpresa, interviene Piton che lo fa al suo posto, in virtù del Voto Infrangibile stretto con la madre del ragazzo per proteggerlo. Mentre fugge dalla torre assieme agli altri mangiamorte, con Harry che gli scaglia alle calcagna incantesimi del Principe Mezzosangue, Piton rivela al ragazzo di essere lui il Principe Mezzosangue e di essere lui l’inventore degli incantesimi che sta usando, prima di sparire nella notte insieme a Malfoy e ai seguaci di Voldemort. Dopo la morte di Silente, Harry scopre che l’Horcrux trovato è un falso. Al suo interno c’è un biglietto con scritto:

«Al Signore Oscuro
So che avrò trovato la morte molto prima che tu legga queste parole, ma voglio che tu sappia che sono stato io ad aver scoperto il tuo segreto. Ho rubato il vero Horcrux e intendo distruggerlo appena possibile. Affronto la morte nella speranza che, quando incontrerai il tuo degno avversario, sarai di nuovo mortale. R.A.B.»

Il film si conclude con Harry, Ron e Hermione in cima alla torre di Astronomia; questi leggono il biglietto trovato all’interno del falso Horcrux e Harry decide di partire alla ricerca degli altri Horcrux; i suoi due amici però si rifiutano di lasciarlo da solo e decidono di andare anche loro alla ricerca di Horcrux, sotto consiglio di Hermione, il tutto con il sottofondo dello straziante canto di Fanny, la fenice di Silente, che come il suo padrone lascia Hogwarts per sempre, volando lontano.

Regia di David Yates

Con Daniel Radcliffe, Emma Watson, Rupert Grint ed Helena Bonham Carter

Fonte: WIKIPEDIA

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *