domenica, Gennaio 24, 2021
Home > Abruzzo > Mattinate FAI d’Inverno, aperti in Abruzzo 15 luoghi della cultura

Mattinate FAI d’Inverno, aperti in Abruzzo 15 luoghi della cultura

Tornano per il settimo anno consecutivo le Mattinate FAI d’Inverno, il grande evento nazionale del FAI – Fondo Ambiente Italiano dedicato al mondo della scuola e in particolare alle classi iscritte al FAI, nel quale gli studenti sono chiamati a mettersi in gioco per scoprire le loro città indossando, insieme agli Apprendisti Ciceroni, i panni di narratori raccontando ai visitatori il valore di questi beni e le storie che custodiscono.

Da lunedì 26 novembre a sabato 1 dicembre 2018 gli allievi delle scuole, accompagnati dagli Apprendisti Ciceroni, accoglieranno gli studenti nelle chiese, nelle aree archeologiche, nei centri storici, nei palazzi cittadini e delle istituzioni, nelle ville, tre le raccolte museali, nelle scuole storiche, nelle biblioteche, nei castelli, nei monasteri, nei teatri, negli orti botanici per avvicinarli alla storia e alla cultura del loro territorio e per coinvolgerli in un processo di assunzione di responsabilità nei confronti dei beni che esso custodisce. Quest’anno il FAI dedica particolare attenzione al tema dell’acqua, grazie alla campagna #salvalacqua saranno visitabili inoltre le terme romane, gli acquedotti, le fontane e le riserve naturali e tutti gli itinerari che si sviluppano lungo gli incantevoli corsi d’acqua abruzzesi.

Tra i beni visitabili in Abruzzo troviamo:

CELANO (AQ)

Chiesa S. Maria In Valleverde

Magnifico edificio religioso in stile rinascimentale francescano tra i più interessanti della Marsica, la Chiesa francescana con il suo annesso convento dei Riformati di S. Giovanni da Capestrano fu voluta da Lionello Acclozamora e da sua moglie Jacovella verso la metà del ‘400, e i lavori furono completati nel 1510 con l’aggiunta di cappelle affrescate, coro ligneo, cripta, refettorio e pale d’altare. Il restauro effettuato nel 1932, a seguito dei danni causati dal terremoto del 1915, consentì il ritorno dei frati e la riapertura della biblioteca con la collezione intitolata a “Pietro A. Corsignani”, costituita da più di un migliaio di tomi e volumi antichi. Le visite saranno a cura dell’Istituto Onnicomprensivo statale di primo grado “Tommaso da Celano”

 CHIETI

Teatro Marrucino

E’ In occasione del bicentenario della fondazione del Teatro Marrucino (1818-2018) che  la delegazione FAI di Chieti apre le porte del Teatro alle scuole.

Il teatro fu edificato per sopperire alla scarsità di posti a sedere presenti nel Teatro Vecchio, teatro principale della città risalente alla seconda metà del XVIII secolo. I lavori si conclusero nel 1817. Nel corso degli anni il Teatro Marrucino ha ospitato rappresentazioni teatrali e musicali di artisti prestigiosi, tra cui Eleonora Duse e nel 1904 vi si tenne la prima rappresentazione abruzzese della tragedia La figlia di Iorio, di Gabriele D’Annunzio, che donò al teatro il manoscritto originale contenente il copione dell’opera. Negli anni della Seconda guerra mondiale il teatro vide un periodo di declino che culminò con la chiusura negli anni cinquanta. Nel 1972 il teatro fu riaperto, nel 2001 è stato riconosciuto Teatro Lirico d’Abruzzo e nel 2003 ha acquisito il titolo di Teatro di Tradizione.

Le visite saranno a cura dell’ITCG Galiani-De Sterlich e del Liceo Scientifico F. Masci.

PESCARA

Sala Aternum – Palazzo comunale

Questa sala, che vuole essere il Museo della Città, “Sala” della storia e luogo dell’identità,  racchiude tremila anni di storia Trovano posto le cartoline donate dalla famiglia Cascella, la scultura di Pietro Cascella, i registri storici del ‘600 e ‘700, il primo Piano regolatore di Pescara di Leopoldo Muzii del 1882 e quello di Piccinato del 1946. Anche I bozzetti di Luigi Baldacci, poi riprodotti nella Sala consiliare, che raccontano la nascita di Pescara e vecchi giornali da collezione.

Le visite saranno a cura dell’Istituto IPSSAR “F. De Cecco” – Sez. Accoglienza Turistica

 VASTO (CH)

Area archeologica delle Terme Romane

Il complesso termale dell’antica Histonium è il più esteso fra quelli rinvenuti nella costiera adriatica. È ubicato in una posizione incantevole dalla quale è possibile godere della vista del “golfo d’oro”, scelta dai romani per l’edificazione di questo impianto destinato al benessere e alla socializzazione. La presenza dei due pregevoli mosaici bicromatici – del Nettuno e del Mare – testimonia l’importanza della città di Histonium in età imperiale, quando la nobile famiglia degli Hosidii Getae ne commissionò la realizzazione a raffinate maestranze provenienti dal Nord Africa. A questa famiglia è attribuibile anche la costruzione dell’anfiteatro e la sistemazione dei servizi idrici della città del II sec. d.C.

Le visite saranno a cura del Polo Liceale “Pantini Pudente”, dell’Istituto Tecnico Statale Economico Tecnologico “Filippo Palizzi” e del Polo Liceale “R. Mattioli”

In Abruzzo saranno visitabili anche la Chiesa della Madonna del Carmine, la Chiesa di Sant’Antonio da Padova, la Chiesa di Santa Filomena, la Chiesa di Santa Maria Maggiore, la Chiesa della SS Trinità a Vasto (CH), il Palazzo Municipale di Avezzano, la Chiesa di S. Giovanni Battista, la Chiesa con l’ingresso “rovesciato”, la Chiesa di San Michele a Celano (AQ), le sculture di Giuseppe Di Prinzio e la Sala Figlia di Iorio a Pescara.

Per il terzo anno consecutivo l’evento è sostenuto dal Gruppo Autogas che dimostra grande interesse nei confronti di questa importante iniziativa che coinvolge la scuola e anche grande attenzione e rispetto verso l’ambiente. Il Gruppo sostiene questo progetto dalla forte valenza didattica, sociale e culturale mettendo a disposizione la sua esperienza nell’ambito del risparmio energetico. Il progetto educativo intitolato LA TUA IDEA GREEN (http://mattinategreen.gruppoautogas.com), promosso dal Gruppo, vuole sensibilizzare e informare i giovani riguardo l’attualissimo tema della sostenibilità ambientale. Infatti dall’8 ottobre al 17 dicembre 2018 gli studenti potranno partecipare ad un concorso a premi ed ad un’indagine sulle “ecoabitudini” utili a rendere più sostenibile il nostro pianeta.  L’importante progetto si avvale della collaborazione della Rappresentanza regionale a Milano, della Commissione Europea nell’ambito dell’Anno europeo del patrimonio culturale 2018, del Patrocinio del Consiglio Regionale della Lombardia, della Regione Lombardia, del sostegno della Regione Lazio, del contributo della Regione Toscana, del sostegno della Fondazione Cariverona. Si ringrazia inoltre la Regione Campania in collaborazione con l’Associazione Nazionale dei Dirigenti e delle Alte Professionalità della Scuola.

 Per informazioni sui beni aperti e per le prenotazioni delle visite consultare il sito internet www.mattinatefai.it

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *