giovedì, Gennaio 28, 2021
Home > Abruzzo > Lo scrittore e poeta Elio Pecora il 28 novembre a Pescara

Lo scrittore e poeta Elio Pecora il 28 novembre a Pescara

PESCARA – Mercoledì 28 novembre alle 18, presso la libreria Primo Moroni in via dei Peligni 93 a Pescara, si terrà un incontro con Elio Pecora, uno dei maggiori poeti italiani, autore di “Rifrazioni”, uscito nel 2018 nello Specchio di Mondadori. Converseranno con lui: la professoressa Stevka Smitran, dell’Università “G. D’Annunzio” e Massimo Pamio, scrittore e saggista. Leggeranno alcuni testi gli attori Antonella De Collibus e Alessio Tessitore. Il chitarrista Lorenzo Di Marcoberardino terrà un breve concerto in omaggio dell’illustre ospite, peraltro vincitore della recente 17^ edizione del Premio L’Aquila – Laudomia Bonanni. Elio Pecora è autore di poesie, romanzi, saggi critici, testi teatrali, prose e poesie per bambini. Ha curato antologie di poesia italiana e letture pubbliche di poesia. Ha collaborato a quotidiani, settimanali, riviste, programmi Rai. Dirige la rivista internazionale “Poeti e poesia”.

Nato in Campania nel 1936, fra il 1938 e il 1939, ha vissuto in Grecia dove il padre era stato destinato dal Ministero della Marina. Sempre seguendo il padre, ha vissuto a La Spezia, poi dal ’41 all’estate del ’44 ha vissuto con la madre e con il fratello Osvaldo, minore di tre anni, nel paese nativo di S. Arsenio. Nel ’44, chiamato il padre a rappresentare la Marina Italiana presso il Comando Inglese, la famiglia si trasferisce a Napoli dove abiterà fino al 1966, frequentando le scuole fino al liceo classico e alla facoltà di giurisprudenza. Nel 1966 raggiunge la Svizzera dove rimane per tutta l’estate a Losanna. Dall’ottobre di quello stesso anno va ad abitare a Roma dove passa per diversi impieghi e, per tutto il ’67, lavora nella libreria Bocca di piazza di Spagna. Nel 1968 parte per la Germania dove compone il suo primo libro. Tornato a Roma, lavora nella galleria dello scultore Marotta, e come consulente nella libreria Bocca. Il suo primo libro circola dattiloscritto, partecipa al premio milanese “L’inedito” dove arriva finalista, viene pubblicato nell’autunno del 1970 dall’editore Cappelli: gli frutterà l’amicizia di Elsa Morante e l’attenzione di Pier Paolo Pasolini. Scrive schede di lettura per l’editore Bompiani, conosce Juan Rodolfo Wilcock e, nella casa a Velletri di quest’ultimo, è invitato da Giancarlo Scoditti a scrivere di libri sulla rivista Mondoperaio. Seguiranno le sue collaborazioni settimanali a La Voce Repubblicana, che dureranno per oltre vent’anni, con una rubrica letteraria e, per tre anni, anche con una rubrica di cinema.

Dagli anni settanta agli ultimi anni novanta collabora a quotidiani e settimanali fra i quali: La Voce Repubblicana, Tempo Illustrato, La Stampa-Tuttolibri, L’Espresso, La Repubblica-Mercurio, Reporter, Wimbledon, Il Mattino, e alle riviste Nuovi Argomenti, Ulisse, Tempo Presente. E’ legato da forti amicizie ad Alberto Moravia, Elsa Morante, Aldo Palazzeschi, Sandro Penna, Dario Bellezza, Amelia Rosselli, Elsa De Giorgi, Francesca Sanvitale, a musicisti fra cui Goffredo Petrassi Fabrizio De Rossi Re e Mauro Bortolotti, a pittori come Fabrizio Clerici, Carlo Cattaneo, Domenico Colantoni, a registi come Carlo Lizzani, a critici come Tullio Kezich, ad antropologi come Giancarlo Scoditti, Ida Magli, Luigi Lombardi Satriani. A molti di questi amici ha dedicato scritti critici e poesie e di recente un libro di ricordi, Il libro degli amici, uscito per Neri Pozza. Collabora alla RAI (Dipartimento Scuola ed Educazione, Radio per gli Stranieri, Radio 2 e Radio 3), con un numero notevole di recensioni di volumi di prosa e di poesia; cura numerosi programmi fra i quali: Un libro, una regione; Il Sud nella letteratura italiana contemporanea; Le fiabe italiane nelle raccolte dell’800; Scrittori dimenticati o trascurati del Novecento Italiano; I poeti e il sogno; I poeti e il mattino; Scienza e letteratura; Le città e la musica: e con Mia Tannenbaum; La musica e la poesia in Italia dagli inizi al Novecento. Prima collaboratore, poi presidente dell’Unione Lettori Italiani, cura a Roma un numero fittissimo di presentazioni di libri e di autori negli Studi del Canova e nella Libreria Bibli.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

 

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *