venerdì, Gennaio 22, 2021
Home > Italia > Parete, 14enne colpito da un proiettile vagante: arrestato 35enne

Parete, 14enne colpito da un proiettile vagante: arrestato 35enne

latina
PARETE – Nel corso della notte, a conclusione di un’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord, i Carabinieri del Reparto Territoriale di Aversa (CE) hanno eseguito un’ordinanza di applicazione della custodia cautelare in carcere, emessa dal GIP del Tribunale di Napoli Nord, nei confronti di una persona di 35 anni, residente a  Parete (CE), gravemente indiziata dei reati di tentato omicidio, lesioni personali gravissime e detenzione illegale di armi comuni da sparo.
La vicenda, che provocò un rilevante allarme sociale tra la popolazione del territorio, si riferisce al grave fatto avvenuto la vigilia di Natale dello scorso anno quando un ragazzo, allora quattordicenne, nel primo pomeriggio, mentre passeggiava insieme ad alcuni amici in pieno centro abitato a Parete, venne colpito alla testa da un proiettile vagante accasciandosi immediatamente al suolo.
La raccapricciante scena venne anche ripresa da una telecamera di videosorveglianza. Il giovane, a seguito delle gravissime lesioni riportate, rimase in coma circa un mese, e solo dopo una lunga riabilitazione poté fare rientro in famiglia. Il provvedimento scaturisce da laboriose indagini che hanno permesso di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico di un uomo che – secondo quanto emerso dalle attività investigative condotte (tra cui una complessa consulenza balistica) – quel giorno, all’interno di un terreno agricolo di sua pertinenza, esplodeva tre colpi d’arma da fuoco con una pistola semiautomatica illegalmente detenuta. Uno dei proiettili andava a colpire un veicolo in transito, fortunosamente senza ferire nessuno, mentre uno degli altri due, esplosi verso l’alto in direzione del centro abitato, colpiva la sfortunata vittima alla testa, cagionandogli una gravissima ferita alla regione parietale destra. Il dramma proprio la vigilia di Natale.
L’adolescente era seduto su una panchina in corso Vittorio Emanuele, quando è stato colpito alla testa dal colpo di arma da fuoco. Era arrivato all’ospedale Moscati di Aversa in condizioni gravissime.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net
Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *