giovedì, Gennaio 21, 2021
Home > Abruzzo > Roseto, rinviata la discussione sulla mozione per portare la fibra ottica nella zona industriale di Voltarrosto

Roseto, rinviata la discussione sulla mozione per portare la fibra ottica nella zona industriale di Voltarrosto

< img src="https://www.la-notizia.net/fibra" alt="fibra"

E’ finita con un rinvio la discussione sulla mozione presentata dai Capigruppo di “Avanti per Roseto-Roseto al Centro”, Enio Pavone, e di “Liberalsocialisti-Insieme per Roseto”, Nicola Di Marco, per chiedere al Sindaco di Roseto degli Abruzzi e all’Amministrazione di intervenire presso il gestore affinchè collochi un armadio di strada per la fibra ottica nel cuore della zona industriale di Voltarrosto con l’obiettivo di migliorare la connessione internet per quanti vi operano.

Dopo aver confermato, a parole, la volontà di appoggiare la nostra mozione la maggioranza ha poi chiesto di emendarla” dichiarano Pavone e Di Marco. “Peccato che l’emendamento proposto, ovvero quello di estendere la richiesta al gestore di portare la fibra anche in alcune frazioni del territorio comunale non fosse ricevibile per una serie di motivi. In primo luogo questo servizio, a Roseto come nelle grandi città, viene fornito dal gestore solo in zone fortemente urbanizzate e con numerosi utenti, perché sarebbe antieconomico portare la fibra in aree scarsamente abitate e quindi difficilmente la richiesta avrebbe avuto esito positivo, mentre riteniamo che chiedere il posizionamento di un armadio in una zona industriale avrebbe avuto molto più senso. Ma anche se così fosse stato crediamo sarebbe stato scorretto inserire solo alcune frazioni nella richiesta, quelle evidentemente gradite ai consiglieri della maggioranza, a discapito di altre”.

Resosi conto dell’errore i consiglieri del centrosinistra hanno sottolineato come sarebbe stato scorretto fare richiesta solo per la zona industriale di Voltarrosto e hanno chiesto di allargare la mozione a tutto il territorio comunale, ignorando anche stavolta le difficoltà che avrebbe incontrato questa rivendicazione nell’essere accettata dal gestore che avrebbe dovuto portare, in tempi celeri, la fibra su di un territorio vastissimo e tutt’altro che lineare geograficamente parlando. “Purtroppo siamo alle solite: per l’ennesima volta da opposizione seria e propositiva abbiamo presentato una mozione costruttiva che andava incontro alle esigenze di tanti imprenditori ed aziende che lavorano nella zona indiustriale di Voltarrosto e danno occupazione a tanti concittadini, ma la maggioranza monocolore Pd che governa questa Città ha preferito bloccare una nostra azione solo per non far dire che, se l’obiettivo fosse stato raggiunto, il merito sarebbe stato dei nostri gruppi che ci avevano lavorato” proseguono i consiglieri del centrodestra rosetano.

Noi volevamo solo risolvere un problema che sta causando numerosi disagi a tante attività produttive, la maggioranza ha invece preferito proporre emendamenti irricevibili al solo fine di bloccare la nostra mozione, non comprendendo che così facendo non stanno facendo un dispetto a noi, ma un danno a tanti imprenditori rosetani. A questo punto auspichiamo che questa mozione venga discussa al primo punto nel corso del prossimo Consiglio Comunale e sia approvata in maniera celere”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net
Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *