domenica, Aprile 11, 2021
Home > Abruzzo > Teramo, il Pd replica al vicepresidente della Provincia

Teramo, il Pd replica al vicepresidente della Provincia

< img src="https://www.la-notizia.net/avezzano" alt="avezzano"

Riceviamo dal gruppo consiliare PD al comune di Teramo e pubblichiamo: “Nella nota del vicepresidente si elude il problema e le parole non spiegano alcunchè rispetto al merito della questione.

Noi, e non solo noi viste le proteste del mondo della scuola, poniamo un problema: quello della duplicazione degli indirizzi scolastici (citando la presenza sul territorio di 6 licei scientifici, 4 classici e tre alberghieri e altri indirizzi doppioni), evidenziando il pericolo che questa proliferazione comporta sul piano formativo.

Confessiamo: abbiamo copiato, abbiamo attinto a larghe mani dalla comunicazione del 2 novembre u.s. indirizzata dall’Ufficio Scolastico Regionale alla Provincia, nella quale oltre a leggersi le considerazioni che abbiamo riassunto nel nostro comunicato, quell’Ufficio così si esprime: “Al fine dunque di evitare frammentazione e duplicazione dell’offerta formativa, causa di disorientamento nelle scelte degli studenti, oltre che di abbassamento del servizio reso, in via generale si esprime parere negativo all’attivazione di nuovi indirizzi, articolazioni ed opzioni”, soprattutto se dispendiose.
Non siamo noi ad avere scritto sotto dettatura, ma semmai il Vice Presidente a non aver letto le analisi e le disposizioni dell’Ufficio scolastico e soprattutto ad aver evitato alcun confronto con la città Capoluogo che ha preteso di riorganizzare senza ascoltare nessuno. E’ la prima volta che succede.
Investimenti sì, qualità degli studi sì, ma nel rispetto delle linee guida dettate dagli Organi competenti. Evidentemente noi e i Dirigenti scolastici usiamo la stessa fonte.

Per rispondere poi alla accusa di mala gestio in tema di politiche scolastiche di cui la passata Amministrazione Provinciale a guida Renzo Di Sabatino si sarebbe resa responsabile, ricordiamo al Vice Presidente che l’anno scorso la Provincia si espresse negativamente circa la richiesta di istituzione di un liceo classico ed un artistico a Giulianova, di un indirizzo scientifico a Roseto: tutti Comuni amministrati dalle allora forze di governo in Provincia e ai quali si disse no, con un provvedimento coraggioso, perché chi fa politica deve operare nell’interesse della collettività.
Fatti, quello delle prescrizioni dell’USR e delle precedenti scelte della Provincia in tema di istruzione, oggettivi e inconfutabili. Il tono adottato dal Vice Presidente non si addice al ruolo e appare molto lontano dalle parole del suo stesso Presidente che, all’Assemblea degli studenti, per prima cosa ha chiesto scusa per il mancato confronto”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *