mercoledì, Novembre 25, 2020
Home > Marche > Macerata, “E se l’Italia tornasse alla lira?”

Macerata, “E se l’Italia tornasse alla lira?”

< img src="https://www.la-notizia.net/lira" alt="lira"

Oggi, giovedì 13 dicembre, alle ore 17, nella sede di Piazza Strambi dell’Università di Macerata.

Spiegare con parole accessibili le tematiche collegate alla genesi dell’euro e agli effetti della sua introduzione fino alla sua recente crisi: è il compito del libro “E se l’Italia tornasse alla lira” che Marcello Signorelli, autore insieme a Enrico Marelli, presenterà giovedì 13 dicembre alle ore 17 nella sede di Piazza Strambi dell’Università di Macerata. L’incontro, organizzato dal Dipartimento di Economia e diritto in collaborazione con il Centro Interdipartimentale Laboratorio Fausto Vicarelli, si aprirà con i saluti del direttore del Dipartimento Stefano Perri e del direttore del Laboratorio Vicarelli Massimo Biasin e sarà introdotto da Claudio Socci, docente di politica economica.

“Mancava nel panorama bibliografico del nostro paese – scrive Nicola Acocella nella prefazione al volume – un lavoro di ampio respiro che affrontasse in modo equilibrato la questione della nostra permanenza nell’Eurozona. L’agile, ma completo, libro di Enrico Marelli e Marcello Signorelli colma questa lacuna, corredando l’analisi della questione con un breve excursus storico sulla nostra partecipazione alla moneta comune e sul percorso svolto dall’Unione monetaria in quasi venti anni di esistenza, e con una disamina degli scenari aperti per l’evoluzione dell’Unione, la sua sopravvivenza e le necessarie riforme”.

Marcello Signorelli è professore ordinario di politica economica all’Università di Perugia. Ha studiato, fatto ricerca e insegnato nelle Università di Siena, Sassari, Firenze, Columbia University, University of Warwick, University College of London, Hitotsubashi University di Tokyo e la National Research University Higher School of Economics di Mosca. Le sue ricerche sono state pubblicate su rilevanti riviste internazionali e diversi libri a diffusione internazionale.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

 

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *