lunedì, Maggio 17, 2021
Home > Mondo > Strasburgo, l’Italia in lutto: Antonio Megalizzi non ce l’ha fatta

Strasburgo, l’Italia in lutto: Antonio Megalizzi non ce l’ha fatta

< img src="https://www.la-notizia.net/radiofrequenza" alt="radiofrequenza"

STRASBURGO – Antonio Megalizzi non ce l’ha fatta. Il giornalista 28enne, rimasto gravemente ferito nell’attentato di Strasburgo, è morto. Sale così a 4 il bilancio delle vittime dell’attentato di martedì scorso al mercato di Natale.  Tutto ha avuto inizio intorno alle 20.00. Sembra che il terrorista abbia gridato: “Allah Akbar”. Sono seguiti colpi di arma da fuoco.  L’attentatore chiama un taxi e confida al tassista di essere rimasto ferito in uno scontro a fuoco con la polizia e di aver ucciso diverse persone. Alle 20.45 parte il blitz. Il terrorista, è notizia di oggi, è stato ucciso.  Le condizioni del giovane giornalista radiofonico erano apparse fin da subito critiche. Antonio Megalizzi, 28enne giornalista radiofonico, originario della Calabria e trasferito poi a Mezzocorona, in provincia di Trento fin da piccolo, faceva parte dello staff di Europhonica.

Cherif Chekatt, 29enne di origini nordafricane ma nato a Strasburgo, presente in una lista di controllo dei servizi segreti come potenziale rischio per la sicurezza, è stato rintracciato e ucciso dalla polizia. Il giovane 29enne, che ha aperto il fuoco sulla folla ai mercatini di Natale martedì sera, non aveva mai lasciato la città. Per due giorni è stato braccato con una ingente caccia all’uomo con oltre 700 uomini delle forze di sicurezza.
 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

 

Redazione
La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.