domenica, Maggio 9, 2021
Home > Abruzzo > Teramo, impianti sciistici: l’assemblea dei soci approva lo schema di contratto con la Siget

Teramo, impianti sciistici: l’assemblea dei soci approva lo schema di contratto con la Siget

TERAMO – L’assemblea della Gran Sasso Teramano, società in liquidazione che gestisce gli impianti di risalita a Prati di Tivo e Prato Selva, venerdì sera, dopo la relazione del liquidatore Gabriele Di Natale, all’unanimità, ha approvato lo schema di contratto con la Siget (società che anche in passato e per alcune stagioni aveva avuto in gestione gli impianti) che ha fatto pervenire una proposta di gestione valida fino al 30 settembre per un importo di 50 mila euro.

La Siget srl firmerà il contratto ed entrerà in possesso degli impianti solo al termine dei lavori di “manutenzione programmata” che saranno realizzati dalla Provincia e per i quali sono già state avviate le procedure. Gli interventi (dalle due alle tre settimane di lavori) consentiranno di riaprire la cabinovia in assetto pedonale e il tapis roulant mentre, nel contempo, si sta preparando la gara per la manutenzione quinquennale, circa 120 mila euro, sempre a cura dell’Ente.

All’assemblea ha partecipato, per conto della Regione, l’assessore al turismo, Giorgio D’Ignazio che in queste settimane ha seguito da vicino gli sviluppi della vicenda occupandosi anche dei finanziamenti (post sisma 2009) di Prato Selva, circa 170 mila euro, destinati in un primo momento dalla Regione al Comune e che, su richiesta dello stesso Comune di Fano Adriano, potrebbero essere conferiti alla Provincia per un intervento coordinato e complessivo di manutenzioni.

Per la Provincia era presente il vicepresidente Severino Serrani:Questa è una operazione ponte, di più, considerati i tempi del nostro insediamento e le situazioni che abbiamo dovuto affrontare, non si poteva fare. Finalmente abbiamo un gruppo di operatori privati disponibili alla gestione e questo è un notevole passo avanti; in queste ore c’è tutto l’impegno dell’amministrazione per portare a termine i lavori con celerità, una corsa contro il tempo condizionata dalle circostanze atmosferiche”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *