martedì, Marzo 2, 2021
Home > Italia > Manovra, la lunga notte: trovato l’accordo tra le forze di maggioranza

Manovra, la lunga notte: trovato l’accordo tra le forze di maggioranza

< img src="https://www.la-notizia.net/manovra" alt="manovra"

E’ durato quattro ore il vertice notturno per fare il punto sulla manovra ed è terminato intorno all’una. Trovate le coperture. E c’è ottimismo, almeno così sembra. I due vice premier si sono confrontati a lungo con il premier Conte. I due contraenti di governo difendevano ovviamente i propri provvedimenti bandiera: il reddito di cittadinanza e la quota 100. Stanotte erano addirittura filtrate notizie di dimissioni di Conte se Di Maio e Salvini non si fossero accordati. Voci, queste, poi smentite dalla maggioranza di governo. Che sia tutto tornato a posto per ora è difficile dirlo. Solo oggi si capiranno davvero i termini della manovra che dovrà approdare in Senato sotto forma di emendamento. Salvini è stato rassicurante, ma i suoi torni non erano i soliti: “Abbiamo trovato l’accordo nei limiti che saranno graditi all’Unione europea”.

E inoltre: ok all’ecotassa ma solo per i suv e le auto extralusso. Confermato il taglio fino al 40% delle pensioni d’oro. Via libera anche al pagamento dei debiti della pubblica amministrazione alle aziende e alla riduzione delle tariffe Inail, mentre il bonus cultura si potrà utilizzare solo per acquistare ebook e libri, non biglietti di concerti e cinema.

“Molti di voi mi chiedono  – aveva scritto ieri su Facebook Luigi Di Maio – se il taglio delle pensioni d’oro sarà nella legge bilancio. Sì: confermo e straconfermo, sia a nome del MoVimento che della Lega come da accordi presi all’ultimo vertice. Ci sarà come ci eravamo impegnati a fare! E su questo non si discute perché siamo d’accordo tutti. Sotto l’albero quest’anno ci saranno meno privilegi e più diritti per iniziare bene il nuovo anno”.

L’obiettivo è chiaramente quello di evitare la procedura d’infrazione. La Commissione europea si prenderà ora il tempo necessario per valutare. Il clima sembrerebbe positivo anche perchè la Commissione europea dovrà ora affrontare altre questioni, tra cui la Brexit e lemergenza sociale in Francia. E’ probabile quindi che si trovi un compromesso fino all’ultimo. Il clima è più sereno anche sulle borse. In avvio non ci sono state particolari reazioni all’accordo sulla manovra.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *