mercoledì, Gennaio 27, 2021
Home > Marche > Ricetta del giorno: cotechino in crosta

Ricetta del giorno: cotechino in crosta

Ricetta del giorno: cotechino in crosta

Il cotechino in crosta è una ricetta molto saporita che non può mancare durante le feste di Natale e Capodanno. Questa preparazione ci permetterà di servire il cotechino in maniera insolita, avvolto in una crosta di pasta sfoglia con una farcitura di spinaci e formaggio.

Ingredienti:

300 g di spinaci già lessati
1 cotechino già lessato e spellato
150 g di formaggio (toma piemontese)
1 confezione di pasta sfoglia rettangolare
1 cucchiaino di spezie miste (cannella
noce moscata e chiodi di garofano)
70 g di pinoli
1 scalogno tritato
1 tuorlo
olio evo

 

Preparazione

 

1
2
Per preparare il cotechino in crosta iniziamo a far rosolare lo scalogno tritato con dell’olio extravergine in una padella. [1]
Uniamo poi i pinoli e le spezie e li facciamo tostare. [2]
3
4
Aggiungiamo gli spinaci già lessati [3], un pizzico di sale e facciamo insaporire il tutto per qualche minuto. [4]
Una volta cotti, lasciamo raffreddare gli spinaci.
5
6
A questo punto stendiamo il rotolo di pasta sfoglia rettangolare, uniamo al centro gli spinaci [5]
lasciando i bordi liberi, aggiungiamo le fette di formaggio ed infine il cotechino. [6]
7
8
Spennelliamo con dell’accqua i bordi della pasta sfoglia [7], dopodichè la chiudiamo arrotolandola su se stessa.
Tagliamo la pasta in eccesso. [8]
9
10

Pratichiamo dei fori con una forchetta su tutta la superficie e trasferiamo il nostro rotolo in una teglia da forno.

Spennelliamo con un tuorlo d’uovo [9].
Infine con la pasta sfoglia avanzata creiamo delle decorazioni per il rotolo  [10], spenneliamo anc’esse con l’uovo ed inforniamo il tutto.
Il cotechino in crosta dovrà cuocere a 200° per 15 minuti e a 180° per altri 10 minuti.
11

Una volta cotto, il nostro cotechino è pronto per essere tagliatom a fette e servito. [11]

Consigli

Per il ripieno del cotechino in crosta noi abbiamo optato per la toma piemontese, ma potete utilizzare anche del Taleggio, dell’Emmenthal o o della Fontina. Potete accompagnare questo piatto con delle lenticchie.

Ricetta tratta da (http://www.ricetta.it)

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *