mercoledì, Aprile 21, 2021
Home > Italia > Il MoVimento 5 Stelle all’attacco: “Giornali ravvicinati del terzo tipo”

Il MoVimento 5 Stelle all’attacco: “Giornali ravvicinati del terzo tipo”

< img src="https://www.la-notizia.net/governo" alt="governo"

Tratto dal Blog delle Stelle: “Se un alieno dovesse arrivare oggi in Italia e leggesse solo i giornali per informarsi sull’attualitá questo è ciò che scriverebbe nei suoi appunti:

Strano posto l’Italia. Da anni c’è lo stesso governo che è responsabile delle condizioni pietose in cui si trova il Paese. Disoccupazione, tasse altissime, pensioni da fame, salari bassi, precarietà, sanità allo sfascio, imprese in crisi. Tutta colpa del governo attuale. Per fortuna c’è l’Unione Europea che ha imposto a questo governo sadico e malvagio di inserire nella legge di bilancio il reddito di cittadinanza, l’aumento delle pensioni minime, il taglio delle pensioni d’oro e lo smantellamento della riforma delle pensioni fatta da una tale Fornero in tempi immemori. Forse l’ha fatta proprio questo governo, chissà, i giornali non lo dicono ma deve essere così. Questo governo di pazzi ha addirittura osato aumentare le tasse! Le hanno alzate a quei benefattori che, a quanto capisco dalle pubblicità onnipresenti, sono le compagnie del gioco d’azzardo che svolgono un ruolo fondamentale nella società garantendo felicità e soldi ai cittadini. Hanno alzato le tasse ai benemeriti banchieri e hanno fatto un fondo per risarcire quei poveri idioti che hanno perso i loro risparmi. Chissà dove li avranno persi, ma se sono sbadati è colpa loro, perché non si sono affidati ai banchieri? Pare abbiano anche tassato i veicoli che usano per spostarsi e che rilasciano dei veleni nell’atmosfera. Pensavo fosse una cosa buona, ma i giornali dicono di no. Evidentemente agli umani l’inquinamento fa bene, infatti la zona più ricca del Paese è perennemente avvolta in una coltre di smog tossico. Mah. Strano posto l’Italia. L’ultimo baluardo della democrazia sono proprio i giornali, vorrei capire chi sono i proprietari, ma non riesco ad acquisire queste informazioni, nelle edizioni quotidiane infatti non è specificato. Una cosa curiosa è che gli indigeni del posto sono soddisfatti dell’operato di questo governo e in effetti anche i giornali riportano di un gradimento popolare attorno al 60%. Pare infatti che gli indigeni non si informino sui giornali, ma sui cosiddetti “social media” a cui ancora non sono riuscito ad accedere. Strano posto l’Italia!

Tornando sulla terra siamo orgogliosi di aver approvato la legge di bilancio ieri al Senato e siamo orgogliosi di far lavorare la Camera durante le feste per approvarla definitivamente entro fine anno. In questa manovra ci sono cose che gli italiani aspettano da tanto tempo e non saranno certo le balle di qualche giornale a farle scomparire, l’unico che potrebbe dargli credito è appunto un alieno. Per noi parleranno i fatti. Tua nonna che da febbraio prende una pensione minima più alta. Tuo padre che paga la metà sul capannone aziendale. Tuo figlio che viene assunto perché il lavoro costa meno grazie alle rimodulazioni delle tariffe Inail. Esempi così ce ne sono tantissimi. Si inizia finalmente un percorso per rimettere l’Italia in carreggiata. Il 2019 sarà l’anno del cambiamento”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *