sabato, Gennaio 16, 2021
Home > Mondo > Passo storico per le due Coree: riunificazione di ferrovie e strade

Passo storico per le due Coree: riunificazione di ferrovie e strade

< img src="https://www.la-notizia.net/corea" alt="corea"

Con una cerimonia storica, alla presenza di funzionari dell’Onu, della Russia e della Cina, Corea del Sud e Corea del Nord hanno inaugurato il progetto per riconnettere reti ferroviarie e strade. Una porta possibile verso l’Europa. La cerimonia è iniziata nella stazione nordcoreana di Panmun, nel villaggio di Kaesong. A bordo di un treno speciale da Seul, il ministro dei Trasporti, Kim Hyun-mee e il responsabile dell’Unità tra le due Coree, Cho Myoung-gyon. Nutrita anche la rappresentanza nordcoreana. Il ministro dei trasporti sudcoreano Kim Hyun-mee ha affermato in un discorso che la cerimonia di inaugurazione è solo l’inizio di quella che sarà una vasta gamma di scambi e cooperazione transfrontalieri.

“Oggi la ferrovia da Seoul a Kaesong è stata ampiamente aperta”, ha affermato. “Abbiamo fatto un altro passo avanti, aprendo la porta che era stata chiusa per quasi 70 anni”. “Sappiamo che collegare le ferrovie e le strade non è solo una questione di collegamento fisico: attraverso i binari e le strade collegate, si rafforzeranno gli scambi e la cooperazione nella cultura, nello sport, nel turismo, nella silvicoltura, nella salute e in varie altre aree”, ha aggiunto.

Presenti alla cerimonia erano alti funzionari delle due Coree, paesi limitrofi.  Con loro anche Armida Alisjahbana, segretaria esecutiva della Commissione economica e sociale per l’Asia e il Pacifico. Un funzionario del ministero dell’unificazione ha affermato che la sua presenza riflette il fatto che le questioni della penisola coreana non sono limitate all’Asia, in quanto richiedono una cooperazione globale su questioni relative alla denuclearizzazione e alle sanzioni.

All’inizio della giornata, circa 100 sudcoreani hanno viaggiato in treno oltre confine fino alla stazione del Nord, tra cui il ministro dei trasporti Kim, il ministro dell’Unificazione Cho Myoung-gyon, i leader parlamentari e altri funzionari. Anche i paesi limitrofi hanno inviato rappresentanti all’evento: molti che hanno espresso il loro sostegno al progetto intercoreano e sperano che un giorno possa portare alla creazione di una rotta di trasporto che vada oltre la penisola coreana.

Vladimir Tokarev, vice ministro dei trasporti russo e il ministro dei trasporti della Mongolia, Sodbaatar Yangug, hanno espresso il loro sostegno alla costruzione della cosiddetta comunità ferroviaria dell’Asia orientale, un progetto che il presidente Moon Jae ha proposto ad agosto per collegare le rotte infrastrutturali in Asia per la prosperità regionale. La cerimonia rivoluzionaria giunge dopo che i leader coreani avevano concordato ad aprile di modernizzare e collegare le strade e le ferrovie attraverso i loro confini, un progetto volto a promuovere uno sviluppo equilibrato e la prosperità nella penisola coreana.

Nel loro summit di settembre, i leader avevano così promesso di organizzare il tutto prima della fine dell’anno. Da allora, le Coree conducono ispezioni congiunte delle ferrovie del Nord e delle strade, nonostante i ritardi causati dalle preoccupazioni per possibili violazioni delle sanzioni contro Pyongyang. L’ispezione ferroviaria è stata la prima nel suo genere dal 2007, quando le Coree hanno ispezionato una ferrovia di 412 km che collegava Kaesong a Sinuiju, lungo l’area occidentale del Nord.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *