giovedì, Maggio 6, 2021
Home > Italia > Dono beffa per 40 dipendenti: prima i cesti di Natale, poi le lettere di licenziamento

Dono beffa per 40 dipendenti: prima i cesti di Natale, poi le lettere di licenziamento

< img src="https://www.la-notizia.net/cesti" alt="cesti"

VARESE – Sembrerebbe uno scherzo, se non fosse per il fatto che è accaduto davvero. Quaranta dipendenti dell’azienda Hammond Power Solutions di Marnate (Varese), azienda specializzata nella produzione di trasformatori elettrici, si sono visti recapitare i cesti natalizi dal datore di lavoro per poi apprendere poco dopo di essere stati licenziati. A dare la notizia è stato lo stesso Ceo canadese, dopo un’acquisizione avvenuta sei anni fa. Così qui cesti natalizi, seguiti poco dopo dalle lettere di licenziamento, hanno immediatamente assunto il sapore di una beffa. La vicenda risale al 18 dicembre. A raccontare l’accaduto, attraverso un post pubblicato sui social, è stato uno dei quaranta padri di famiglia freddati dalla terribile notizia.

“L’anno prossimo, secondo il Canada, doveva essere l’anno della svolta – scrive -, infatti una nostra collega alle 2 del pomeriggio ci ha dato il cesto natalizio con tanto di lettera d’auguri scritta dal ‘Grande Capo’ canadese, ma due ore dopo è arrivato a sorpresa per licenziare tutti quanti”. I lavoratori si sono mobilitati immediatamente, mentre è previsto un incontro fra sindacati e azienda dopo le feste.

L’azienda si chiamava in origine Marnate Trasformatori, ed era stata acquisita dai canadesi sei anni fa ed è attiva sul territorio da oltre 30 anni. I rappresentanti sindacali avevano in programma un incontro con i dirigenti per discutere del contratto, ora invece dovranno negoziare con la società la nuova situazione. A questo scopo è stato indetto un incontro informale previsto per il prossimo 7 gennaio fra le rappresentanze sindacali e il legale della società, un legale di Busto Arsizio.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *