venerdì, Gennaio 15, 2021
Home > Abruzzo > Cellino Attanasio, progetto Refresh

Cellino Attanasio, progetto Refresh

< img src="https://www.la-notizia.net/cellino-attanasio" alt="cellino attanasio"

CELLINO ATTANASIO. Si chiama “Refresh Video Art Award” il concorso che è stato bandito in questi giorni nell’ambito del progetto “Refresh – Young Artists Refresh (ing) Heritage Sites” cofinanziato dall’Unione Europea attraverso il programma Europa Creativa, nell’ambito dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018. Tra i partner del progetto l’Associazione di Sviluppo Locale Itaca con sede a Cellino Attanasio (TE). Le altre realtà coinvolte sono: l’Associazione delle città storiche di Slovenia, Škofja Loka, in Slovenia (capofila del progetto), il Moldova National Museum Complex Iasi, Iasi, in Romania e la Fundacion Universitaria San Antonio, Murcia, in Spagna. Il progetto, iniziato a maggio 2018, ha una durata di 18 mesi e mira a “rinfrescare” i siti del nostro patrimonio culturale portandoli all’attenzione di giovani artisti provenienti per lo più dai paesi partecipanti. Uno dei modi per raggiungere tale obiettivo è il concorso “Refresh Video Art Award”, il cui regolamento è stato pubblicato in questi giorni sul sito www.refresheurope.eu e sui siti web di ciascuno degli organizzatori. Tutti gli interessati a partecipare possono inviare le loro creazioni, tenendo conto del regolamento, al Comitato Organizzatore seguendo la procedura indicata. La giuria di esperti designerà il vincitore che riceverà un premio di mille euro da spendere in materiale video fotografico e beneficerà della diffusione, a livello europeo, della sua opera. I lavori si possono presentare dal 20 dicembre 2018 al 30 settembre 2019 e il vincitore sarà annunciato dopo il 31 ottobre 2019. Per informazioni è possibile scrivere alla mail: euprojectrefresh@gmail.com

Il progetto Refresh ha come finalità il fruire del patrimonio culturale in maniera diversa, tessere relazioni più strette con il pubblico puntando ad attrarre altri spettatori, sostenere l’interazione tra patrimonio culturale, organizzazioni di artisti e pubblico con diverse esperienze formative, favorire la mobilità transnazionale di giovani artisti (pittori, scultori, performer, fotografi, videomaker, musicisti) accrescendo così il senso di appartenenza allo spazio comune Europeo. Partner locali sono i Comuni della Valle delle Abbazie del medio Vomano, località nelle quali sono stati ospitati giovani artisti europei durante una delle Settimane del Patrimonio Culturale (Refresh Heritage Week – RHW). Il progetto ne prevede otto, due in ogni Paese partecipante: quattro nel 2018 e quattro nel 2019 (in Abruzzo ne è stata organizzata una a settembre 2018 e un’altra si terrà a luglio 2019). In tutto 48 giovani artisti (12 italiani) stanno avendo la possibilità di viaggiare e lavorare per una settimana alla creazione di nuovi prodotti artistici capaci di “rinfrescare” il patrimonio culturale. Inoltre gli studenti, i residenti, gli artisti interessati sono invitati a creare un video in relazione alla RHW o al patrimonio culturale e agli eventi correlati.

Il concorso che è stato bandito nell’ambito del Progetto Refresh – spiega il Presidente dell’Associazione ITACA, Mauro Vanni è una validissima occasione per valorizzare il nostro patrimonio materiale e immateriale. Il progetto Valle delle Abbazie, cui abbiamo dato vita, è cresciuto nel tempo e le Abbazie e gli altri attrattori che ne fanno parte sono diventate una meta turistica per quanti amano il contatto con la natura e rispondono alla sempre più alta domanda di turismo esperienziale grazie alle tante attività proposte. Il progetto Refresh si inserisce in questo contesto, i ragazzi europei che hanno vissuto la prima settimana del patrimonio culturale nel nostro territorio ne sono rimasti affascinati, hanno preparato un concerto validissimo dal punto di vista qualitativo e hanno avuto la possibilità di lavorare con professionisti del territorio. Per la nostra Associazione collaborare con altre tre realtà europee validissime è una grande occasione per portare avanti obiettivi nei quali crediamo fermamente”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *