martedì, Aprile 13, 2021
Home > Abruzzo > Proroga chiusura tribunali non provinciali, Nardella(UIL) : “Fare di più”

Proroga chiusura tribunali non provinciali, Nardella(UIL) : “Fare di più”

“Seppur non si possa non rimarcare l’impegno posto in essere dai parlamentari abruzzesi del movimento 5 stelle circa il passaggio indenne dell’emendamento presentato e servito per prorogare di un anno il mantenimento in vita dei 4 tribunali non provinciali abruzzesi di Avezzano, Sulmona, Vasto e Lanciano, non possiamo non invitare gli stessi parlamentari a non abbassare la guardia e a continuare ad andare avanti con il proposito di salvaguardia”. A darne notizia è il Segretario Confederale UIL CST Adriatica Gran Sasso Mauro Nardella.

“Quello che vogliamo – precisa Nardella –  è la certezza che un domani i nostri territori continuino a dotarsi di una mappa, qual è quella della geografia giudiziaria antecedente il decreto legislativo n.155 del 2012 (che, lo ricordiamo, ne ha di fatto ridisegnato i contorni), attraverso la produzione di un disposto normativo che ne certifichi la permanenza e non ne rinvii la capitolazione”.

“A tal proposito  – sottolinea – mi chiedo che fine abbia fatto la richiesta inviata al capo di gabinetto del Ministro della Giustizia Dr. Fulvio Baldi e al Capo del Dipartimento dell’Organizzazione Giudiziaria Dr.ssa Barbara Fabbrini attraverso la quale la UIL chiese lumi sulle carenti risorse e sulla grave situazione dell’organico del Personale amministrativo caratterizzanti il Tribunale di Sulmona”.

“Auspichiamo – rincara Nardella – , dopo l’apertura che c’è stata dopo il passaggio in Senato, che una risposta ci venga finalmente data visto che pur essendo passati mesi da quel lontano 7 agosto 2018, data dell’invio della missiva, non ancora siamo stati degnati da una risposta”.

E conclude: “Se un segnale vogliono ci sia, circa l’inversione di marcia ottenuta dai parlamentari firmatari dall’emendamento che sono riusciti a far votare, vorremmo partisse anche dalla restituzione ai tribunali avente diritto del personale che tutt’oggi viene impiegato, così come nel caso di Sulmona, a l’Aquila anziché nel capoluogo peligno.

Chiediamo quindi l’assegnazione a Sulmona di 2 Direttori Amministrativi, 3 funzionari giudiziari, 2 cancellieri, tre assistenti giudiziari, due operatori giudiziari, un conducente automezzi, un ausiliario, 2 Ufficiali di III Area e 2 ufficiali di II Area”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *