venerdì, Ottobre 22, 2021
Home > Marche > Macerata, controlli a tappeto da parte della polizia a Capodanno: porte di sicurezza chiuse, abusi edilizi e buttafuori abusivi

Macerata, controlli a tappeto da parte della polizia a Capodanno: porte di sicurezza chiuse, abusi edilizi e buttafuori abusivi

< img src="https://www.la-notizia.net/roseto" alt="roseto"

MACERATA – In occasione delle festività di Capodanno e soprattutto nella notte di San Silvestro, è stato dato l’avvio ad una serie di controlli volti da un lato alla vigilanza sul commercio  e la detenzione di artifici pirotecnici, allo scopo di eliminare dal mercato i materiali illecitamente immessi e al rispetto della normativa di settore, dall’altro volti alla verifica del rispetto della normativa da parte dei locali di intrettenimento per quanto concerne la sicurezza dei locali.

Quanto sopra al fine di tutelare la sicurezza dei cittadini specie dei piu’ giovani che affollano i locali della nostra provincia specie in occasione delle festività.

I controlli pianificati in ambito provinciale dal Questore Dr. Antonio PIGNATARO (foto), a cui hanno collaborato anche altre Forze di Polizia come Carabinieri e Guardia di Finanza nonché il Corpo dei Vigili del Fuoco,  sono stati svolti dal 1° al 31 dicembre e hanno interessato ben 25 strutture distribuite in sei comuni, di cui 19  locali notturni tra discoteche e night e 6 esercizi commerciali adibiti alla vendita di materiale pirotecnico.

Per quanto riguarda i servizi volti al contrasto delle attività illegali di produzione, deposito e vendita di materiali esplodenti ed artifizi pirotecnici non riconosciuti, personale della Squadra di Polizia Amministrativa della Questura ha sottoposto a sequestro 1740 manufatti mancanti del marchio “CE” e denunciato all’A.G. 6 persone. Due i casi in cui è stata registrata l’assenza delle prescritte cautele per la detenzione e il deposito delle materie esplodenti con conseguente esposizione a rischio dei locali.

In particolare in un locale in cui erano posti in vendita prodotti pirotecnici, sono state rilevate le uscite di sicurezza ostruite da merce in esposizione e la cassetta contenente il manicotto antincendio chiusa con nastro adesivo e coperta in modo da non essere vista.

Per quanto riguarda invece i controlli ai locali notturni, essi si sono concentrati in special modo nella notte di San Silvestro in cui oltre alle già citate Forze dell’Ordine, sono stati impegnati anche Carabinieri del Comando per la tutela del Lavoro e unità cinofile antidroga della Guardia di Finanza.

19 i locali sottoposti a controllo, in alcuni dei quali sono state riscontrate irregolarità come porte di sicurezza chiuse, abusi edilizi nonché dovute all’inosservanza dell’obbligo della presenza del legale rappresentante all’interno del locale. Inoltre in piu’ casi sono stati identificati addetti alla sicurezza dei locali (buttafuori) privi della prescritta abilitazione motivo per cui si è proceduto alla loro denuncia all’A.G. per l’esercizio abusivo della professione di addetto alla sicurezza.

In totale,  sono state deferite all’Autorità Giudiziaria 20 persone.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net