mercoledì, Gennaio 20, 2021
Home > Marche > Macerata, controlli a tappeto da parte della polizia a Capodanno: porte di sicurezza chiuse, abusi edilizi e buttafuori abusivi

Macerata, controlli a tappeto da parte della polizia a Capodanno: porte di sicurezza chiuse, abusi edilizi e buttafuori abusivi

< img src="https://www.la-notizia.net/roseto" alt="roseto"

MACERATA – In occasione delle festività di Capodanno e soprattutto nella notte di San Silvestro, è stato dato l’avvio ad una serie di controlli volti da un lato alla vigilanza sul commercio  e la detenzione di artifici pirotecnici, allo scopo di eliminare dal mercato i materiali illecitamente immessi e al rispetto della normativa di settore, dall’altro volti alla verifica del rispetto della normativa da parte dei locali di intrettenimento per quanto concerne la sicurezza dei locali.

Quanto sopra al fine di tutelare la sicurezza dei cittadini specie dei piu’ giovani che affollano i locali della nostra provincia specie in occasione delle festività.

I controlli pianificati in ambito provinciale dal Questore Dr. Antonio PIGNATARO (foto), a cui hanno collaborato anche altre Forze di Polizia come Carabinieri e Guardia di Finanza nonché il Corpo dei Vigili del Fuoco,  sono stati svolti dal 1° al 31 dicembre e hanno interessato ben 25 strutture distribuite in sei comuni, di cui 19  locali notturni tra discoteche e night e 6 esercizi commerciali adibiti alla vendita di materiale pirotecnico.

Per quanto riguarda i servizi volti al contrasto delle attività illegali di produzione, deposito e vendita di materiali esplodenti ed artifizi pirotecnici non riconosciuti, personale della Squadra di Polizia Amministrativa della Questura ha sottoposto a sequestro 1740 manufatti mancanti del marchio “CE” e denunciato all’A.G. 6 persone. Due i casi in cui è stata registrata l’assenza delle prescritte cautele per la detenzione e il deposito delle materie esplodenti con conseguente esposizione a rischio dei locali.

In particolare in un locale in cui erano posti in vendita prodotti pirotecnici, sono state rilevate le uscite di sicurezza ostruite da merce in esposizione e la cassetta contenente il manicotto antincendio chiusa con nastro adesivo e coperta in modo da non essere vista.

Per quanto riguarda invece i controlli ai locali notturni, essi si sono concentrati in special modo nella notte di San Silvestro in cui oltre alle già citate Forze dell’Ordine, sono stati impegnati anche Carabinieri del Comando per la tutela del Lavoro e unità cinofile antidroga della Guardia di Finanza.

19 i locali sottoposti a controllo, in alcuni dei quali sono state riscontrate irregolarità come porte di sicurezza chiuse, abusi edilizi nonché dovute all’inosservanza dell’obbligo della presenza del legale rappresentante all’interno del locale. Inoltre in piu’ casi sono stati identificati addetti alla sicurezza dei locali (buttafuori) privi della prescritta abilitazione motivo per cui si è proceduto alla loro denuncia all’A.G. per l’esercizio abusivo della professione di addetto alla sicurezza.

In totale,  sono state deferite all’Autorità Giudiziaria 20 persone.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *