sabato, Ottobre 16, 2021
Home > Italia > Migranti al largo di Malta, scontro Conte-Salvini. Il premier: “Li vado a prendere in aereo”

Migranti al largo di Malta, scontro Conte-Salvini. Il premier: “Li vado a prendere in aereo”

< img src="https://www.la-notizia.net/malta" alt="malta"

Sembra giunto ad una svolta il caso dei 49 migranti a bordo delle due navi Sea Eye e Sea Watch al largo di Malta al termine di una giornata che ha visto lo scontro tra il premier ed il ministro dell’Interno. “Conte stasera  – scrive Salvini su Facebook – ha dichiarato che se non faccio sbarcare gli immigrati, “li vado a prendere io in aereo e li porto in Italia”. Mah…..Finché non si bloccano gli scafisti e chi li aiuta, continueranno a partire e morire migliaia di persone. In Italia si arriva con il permesso, io non cambio idea”. Un cedimento, secondo il leader della Lega, significherebbe riaprire le porte al traffico di esseri umani. Malta chiede intanto la redistribuzione dei 249 migranti accolti a dicembre.

“C’è un limite al rigore”, ha dichiarato il premier Conte in tv, annunciando che l’Italia è pronta ad accogliere almeno donne e bambini. Per sbloccare la situazione anche Parigi e Berlino riceveranno 50 persone ognuna a patto che anche gli altri Paesi membri partecipino. Altri 10 andrebbero in Portogallo, 6 in Olanda e 6 in Lussemburgo, e anche la Romania è pronta a riceverne qualcuno. L’Ue ipotizza di trasferire solo chi può avere asilo. “Bisogna portare i migranti a terra –  dicono le ONG -, i migranti ne hanno bisogno adesso”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net