sabato, marzo 23, 2019
Home > Italia > Immigrazione clandestina: scontro ideologico negli USA come in Italia, e l’Europa … come Ponzio Pilato

Immigrazione clandestina: scontro ideologico negli USA come in Italia, e l’Europa … come Ponzio Pilato

< img src="https://www.la-notizia.net/immigrazione" alt="immigrazione"

La contemporaneità degli scontri molto duri ed intensi cui stiamo assistendo sia in Italia che negli Usa per la stessa motivazione, ovvero la lotta all’ immigrazione clandestina, evidenzia in maniera chiara “il dibattito” ideologico che i partiti “Democratici” stanno promuovendo non solo contro chi vuol difendere i confini del proprio paese, ma anche contro la popolazione che ha votato i propri leader con questo preciso obiettivo, al fine di garantire una sicurezza interna sempre più minacciata.

Una delle motivazioni per cui negli USA è stato eletto presidente Donald Trump è proprio la lotta all’invasione clandestina e la continuazione della costruzione del muro che segna i confini con il Messico. Muro tra l’altro voluto nel ’90 da George H.W. Bush e sviluppato ulteriormente dal Presidente Clinton nel ’94, che lo rinforzò e introdusse le forze di polizia a vigilare sul confine.

Fu nel 2006 che il Senato americano approvò un ulteriore prolungamento di oltre 500 Km e tra coloro che votarono a favore vi furono i “democratici” Hillary Clinton e Barack Obama, allora candidati alla presidenza, gli stessi che oggi sono contrari. Non si capisce quindi per cui, se non per un fattore prettamente ideologico e strumentale, oggi i Democratici negli Usa abbiano una posizione avversa tanto da bloccare le normali funzioni del governo, costringendo il presidente ad
un primo intervento dall’Ovale della Casa Bianca, parlando direttamente alla Nazione. Paradossalmente anche in Italia si stanno verificando fatti analoghi, che lasciano spazio alle stesse interpretazioni, data la similitudine dei fenomeni.
Correva l’anno 1997 quando Romano Prodi, allora presidente del Consiglio e uno dei leader di ciò che oggi è confluito nel Partito Democratico, chiudeva i porti all’ “invasione” clandestina dei migranti provenienti dall’europea Albania, mettendo addirittura la Marina a difesa delle coste Italiane. Ricordiamo che allora furono accolti solo quelli che risultavano realmente bisognosi di assistenza, rispedendo a casa tutti gli altri.


Non si capisce quindi il perché dell’atteggiamento ostile, pseudo-buonista e anti-italiano che il PD oggi ha nei confronti del Ministro degli Interni, che interpreta al meglio il volere degli Italiani contro una immigrazione clandestina impressionante e che riguarda soggetti provenienti questa volta dall’Africa e non solo, che potrebbe avere proporzioni bibliche, che già ha provocato gravissimi disagi nella popolazione residente e che potrebbe creare ulteriori e gravissime tensioni sociali non gestibili. E’ evidente quindi come, sia in America che in Italia, la posizione di quelli che si definiscono Partiti Democratici non sia di reale senso d’umanità, troppo spesso inneggiato più per demagogia che per reale convinzione.  Infatti nessuna proposta di risoluzione del problema è stata posta in essere quando nei rispettivi paesi tali forze erano al governo.

Da “Ponzio Pilato” è invece la posizione dell’Europa, che non essendo più di tanto coinvolta, lascia il problema principalmentre all’Italia in quanto Francia e Spagna sono di fatto stati nazionalisti che possono respingere in ogni modo i clandestini come notoriamente documentato. Uno scontro questo a cui, sia in Italia sia in America bisogna quindi porre fine, bloccando una immigrazione clandestina pericolosissima in quanto altera ogni equilibrio sociale, culturale ed economico, e pensando a soluzioni che possano garantire stabilità nei luoghi e negli stati dove si originano questi fenomeni.

Ettore Lembo

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: