domenica, luglio 21, 2019
Home > Italia > Strappo Germania-Italia: Berlino abbandona la missione Sophia. Salvini: “Nessun problema”

Strappo Germania-Italia: Berlino abbandona la missione Sophia. Salvini: “Nessun problema”

< img src="https://www.la-notizia.net/lega" alt="lega"

“La missione Sophia aveva come mandato di far sbarcare tutti gli immigrati solo in Italia e così ha fatto, con 50.000 arrivi nel nostro Paese. Se qualcuno si fa da parte, per noi non è certo un problema”. Questa la risposta del ministro dell’Interno, Matteo Salvini, all’abbandono di detta missione da parte della Germania.  Decisione, questa, che sarebbe stata presa per “protesta” nei confronti della linea dura dell’Italia in materia di immigrazione. È quanto scrive l’agenzia tedesca Dpa, citando fonti governative, dando notizia del fatto che Berlino non invierà altre navi proprie per la missione Ue.

La nave ‘Augusta’ avrebbe dovuto essere sostituita a febbraio dalla nave ‘Berlin’ nell’ambito della missione Sophia, ma secondo la decisione riferita dal generale Eberhard Zorn alla Commissione Difesa ed Esteri, questo non dovrebbe avvenire. La ‘Berlin’ si terrebbe comunque pronta, scrive l’agenzia Dpa, e potrebbe essere nel Mediterraneo in seguito a una nuova decisione nel giro di due settimane. L’organizzazione umanitaria Human Rights Watch, sempre secondo quanto scrive la Dpa, ha criticato ieri l’Ue per il sostegno alla Guardia costiera libica. Di fatto, secondo le accuse, contribuendo così a far riportare i migranti in Libia, dove vengono maltrattati nelle prigioni. E, ricorda la Dpa, il Viminale domenica ha annunciato che 393 migranti sono stati portati dalla Guardia costiera libica indietro in Libia.

“Non so se sia l’unico motivo – scrive ancora Salvini su Facebook – , ma sicuramente abbiamo toccato tanti interessi e tolto tanti, tanti soldi ai mangioni dello schifoso business dell’immigrazione clandestina.
Comunque, mi attacchino pure, dall’Italia e dall’estero, non ho paura, io vado avanti”.


“La notizia relativa alla decisione presa dalla Germania arriva solo poche ore dopo la firma del trattato di Aquisgrana. Così commenta Giorgia Meloni: Il trattato franco-tedesco di Aquisgrana è una dichiarazione di guerra economica, politica e diplomatica all’Italia. Con l’uscita della Gran Bretagna dalla UE, Francia e Germania compiono un atto ostile contro la terza economia europea: l’Italia. Juncker benedice quest’alleanza e gli europeisti raccontano la favola che è una risposta ai populismi. Bufale. Fratelli d’Italia chiede al Governo italiano di reagire con durezza e con tutti gli strumenti a disposizione. Sono in gioco i nostri interessi nazionali”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: