mercoledì, aprile 24, 2019
Home > Marche > Inquinamento nelle città: Macerata in alcuni giorni. Bene gli altri capoluoghi delle Marche

Inquinamento nelle città: Macerata in alcuni giorni. Bene gli altri capoluoghi delle Marche

Macerata – Non sembrano uscire male i capoluoghi marchigiani dall’ultimo Dossier di Legambiente Mal’aria di città 2019 sull’inquinamento atmosferico delle città italiane. Lo smog, il traffico, il riscaldamento domestico, le industrie rendono spesso irrespirabile l’aria specialmente in alcuni capoluoghi italiani.  Nel 2018 in ben 55 capoluoghi di provincia sono stati superati i limiti giornalieri previsti per le polveri sottili o per l’ozono (35 giorni per il Pm10 e 25 per l’ozono). Tra questi compare solo Macerata dove sono stati 31 i giorni in cui si è sforato almeno uno dei limiti dei due parametri. Non compaiono in questo raggruppamento di città più inquinate, Ancona, Pesaro, Fermo e Ascoli Piceno; nello scorso anno la situazione atmosferica è stata evidentemente tenuta sotto controllo.

La città che lo scorso anno ha superato il maggior numero di giornate fuorilegge è Brescia (Villaggio Sereno) con 150 giorni (47 per il Pm10 e 103 per l’ozono), seguita da Lodi con 149 (78 per il Pm10 e 71 per l’ozono), Monza (140), Venezia (139), Alessandria (136), Milano (135), Torino (134), Padova (130), Bergamo e Cremona (127) e Rovigo (121).Tutte le città capoluogo di provincia dell’area padana (ad eccezione di Cuneo, Novara, Verbania e Belluno) hanno superato almeno uno dei due limiti. La prima città non ubicata nella pianura padana è Frosinone, nel Lazio, con 116 giorni di superamento (83 per il Pm10 e 33 per l’ozono), seguita da Genova con 103 giorni (tutti dovuti al superamento dei limiti dell’ozono), Avellino con 89 (46 per il Pm10 e 43 per l’ozono) e Terni con 86 (rispettivamente 49 e 37 giorni per i due inquinanti).

Un anno da codice rosso per la qualità dell’aria, segnato anche dal deferimento dell’Italia alla Corte di giustizia europea in merito alle procedure di infrazione per qualità dell’aria e che costerà multe salate alla Penisola.


 

Roberto Guidotti

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: