lunedì, Aprile 19, 2021
Home > Abruzzo > Prati di Tivo: da oggi impianti aperti. Di Bonaventura: “Torna la speranza, ora il bando pluriennale”

Prati di Tivo: da oggi impianti aperti. Di Bonaventura: “Torna la speranza, ora il bando pluriennale”

< img src="https://www.la-notizia.net/prati-di" alt="prati di"

Teramo – Da oggi riaprono gli impianti di Prati di Tivo: seggiocabinovia e tapis roulant. Si sono concluse, sotto una coltre di neve e con temperature gelide, le operazioni di manutenzione straordinaria degli impianti che la settimana scorsa, dopo il consenso unanime dei soci della Gran Sasso Teramano, sono stati affidati alla gestione dell’imprenditore marchigiano, Marco Finori coadiuvato da Alessandro Albosini (ingegnere e caposervizio di stazione sciistica proveniente dal comprensorio montano di Folgarida in Trentino).

Ora tutto è possibile – sottolinea il presidente Diego Di Bonaventura – sono stati giorni di trepidazione e di ansie ma da questo momento la stazione turistica teramana torna ad avere il suo valore aggiunto che è dato, non tanto dagli impianti in sé, ma dalla speranza di un progetto diverso dal passato, che rompa schemi e sovrastrutture culturali prima ancora che imprenditoriali. La nostra montagna merita idee nuove legate al paesaggio e all’unicità ambientale, ad una logica di comprensorio, rafforzata da una buona e curata strategia di marketing territoriale. Come ho detto sin dall’inizio della mia avventura in Provincia questa è solo una breve fase di passaggio: presto il bando pluriennale che assegnerà la gestione agli imprenditori che vorranno giocarsi con noi questa scommessa”.

Di Bonaventura coglie l’occasione per ringraziare i soci della Gran Sasso Teramano, in particolare la Regione Abruzzo – per l’impegno profuso e per i finanziamenti che hanno consentito la messa in sicurezza e la sistemazione della viabilità – e il liquidatore Gabriele Di Natale. “Un augurio perchè si possa lavorare bene e tutti insieme, operatori e amministratori locali guardando alla partita più grossa che ci attende” chiosa.

Si ricorda che sulle strade montane e pedemontane è obbligatorio viaggiare con le catene a bordo o con le gomme termiche.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

 

 

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *