giovedì, Gennaio 28, 2021
Home > Italia > Tentato omicidio, furto e ricettazione: in 8 dietro le sbarre

Tentato omicidio, furto e ricettazione: in 8 dietro le sbarre

terracina

Nel pomeriggio di martedi’, presso le Case Circondariali di Santa Maria Capua Vetere (CE), Torino, Bari
ed Agrigento, i Carabinieri della Stazione di Grazzanise (CE), hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di
applicazione della misura cautelare della custodia in carcere nei confronti di 8 indagati di nazionalità albanese gravemente indiziati, a vario titolo, di tentato omicidio in concorso (arti. 56, 110, 575 c.p.), furto aggravato in concorso (arti. 110, 624, 625 c.p.) e ricettazione in concorso {artt. 110, 648 c.p).
Il provvedimento restrittivo trae origine dalla richiesta di rinnovazione del titolo cautelare, emesso dai
Giudici per le Indagini preliminari dei Tribunali di Torino ed Agrigento nei confronti di alcuni indagati,
nonché dall’autonoma proposta di misura cautelare nei confronti di altri, avanzate dalla Procura al locale G.LP.. Quest’ultimo, condividendo la gravita’ indiziaria e la scelta delle misure cautelare già disposte dai giudici dei citati Tribunali, a seguito dei distinti decreti di fermo di indiziato di delitto, nelle date del 04 e 13 gennaio scorso, ha confermato il provvedimento già eseguito, disponendo la custodia cautelare in carcere.
Contestualmente, il medesimo Ufficio G.LP. ha:
– emesso misura coercitiva nei confronti di altro cittadino albanese, identificato, sulla base di nuovi elementi indiziari, quale autore, in concorso con altro connazionale, di tre episodi di furto ai danni di due distinte abitazioni ed un esercizio commerciale nonché di ricettazione in concorso, condotte realizzate nei comuni di Lusciano (CE), Formia (LT) e Piazzolla di Noia (NA), nei mesi di Agosto e Dicembre 2018;
– ritenuto la sussistenza di gravi e concordanti indizi di colpevolezza a carico di tre degli indagati per il
reato di tentato omicidio ai danni di una cittadina rumena ed un albanese, avvenuto, per futili motivi,
presso il Caffè Point di Castel Volturno (CE) lo scorso 09 settembre 2018.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *