lunedì, Gennaio 17, 2022
Home > Abruzzo > Ex mercato ortofrutticolo, il quartiere: “riqualificazione sulle esigenze degli abitanti”

Ex mercato ortofrutticolo, il quartiere: “riqualificazione sulle esigenze degli abitanti”

Nell’ambito della “riqualificazione dell’area dell’ex mercato ortofrutticolo”,dopo ampia discussione svoltasi nell’arco di oltre due mesi sia all’interno dell’Associazione che in incontri con il Sindaco ed il Presidente dell’Istituto Zooprofilattico, si ritiene che la riqualificazione dell’area di che trattasi deve essere inglobata in un discorso più ampio di “urbanistica partecipata ” fondata sulla collaborazione di professionisti, istituzioni e residenti nella pianificazione territoriale al fine di migliorare l’assesto urbanistico dell’intera zona per realizzare un insediamento a “misura d’uomo” che risponda alle reali e concrete esigenze degli abitanti del quartiere.

I residenti apprezzano la scelta dell’amministrazione comunale, che invece di far discendere le decisioni di pianificazione dall’alto, sta condividendo le scelte urbanistiche fin dal processo di formazione degli atti di pianificazione, con una comunità allargata: non solo, quindi, con i poteri cosiddetti forti, ma anche con i cittadini (interessi deboli), dando un ruolo di rilievo a chi abita la zona e ribadiscono le proprie perplessità e il disaccordo (espresso, nell’assemblea del 13/02/2019, al Sig. Sindaco ) sulla cessione dell’intera area all’Istituto Zooprofilattico, e sul suo utilizzo esclusivo da parte dello stesso, in quanto tale scelta non produce nessun “beneficio” reale e concreto per l’intera collettività in termini di miglioramento della vita.

Tuttavia nell’ottica di una collaborazione costruttiva e non negando l’importanza ed il valore dell’Istituto Zooprofilattico, nella riunione dell’ “Assemblea dei residenti” (organo supremo dell’Associazione) svoltasi in data 26 febbraio 2019 con la partecipazione anche del Sindaco, degli Assessori Falini, Di Padova, Ponziani e Di Bonaventura, della Presidente della Commissione Consiliare preposta Cons. Di Timoteo, nonchè del Direttore dell’Istituto Zooprofilattico -Dott. Nicola D’Alterio- sono state avanzate alcune proposte concrete da inserire in un’ apposito accordo di programma da sottoscrivere tra tutti gli attori interessati al processo di miglioramento (Amministrazione Comunale, Istituto Zooprofilattico ed Associazione “Comitato di Quartiere Ponte a Catena”).

 Tra le varie proposte è stato chiesto anche lo spostamento nel breve/medio periodo (con data certa e definitiva) in sedi più idonee di tutti i laboratori di ricerca e/o in alternativa l’eliminazione di tutte le criticità, più volte verbalmente manifestate, che non consentono una buona qualità della vita agli abitanti (rumori fastidiosi avvertiti dagli impianti di raffreddamento, emissioni odorigene provenienti da alcuni camini in atmosfera, spostamento del generatore elettrico collocato troppo vicino ad abitazioni di uso privato ecc.)

La Presidente

Dott.ssa Ildaura Nigro

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net