venerdì, Gennaio 21, 2022
Home > Italia > Posta sotto sequestro la nave Mare Ionio. Ennesima querelle Saviano-Salvini

Posta sotto sequestro la nave Mare Ionio. Ennesima querelle Saviano-Salvini

salvini

Queste le ultime notizie riguardanti la situazione della nave Mare Jonio: una volta entrata nel porto di Lampedusa, scortata dalla Guardia di finanza, e’ stata posta sotto sequestro. I 48 migranti poresenti a bordo sono stati fatti sbarcare, mentre gridavano: “Liberté, liberté”. Il sequestro è stato disposto dalla  Procura della Repubblica di Agrigento, che ha contestualmente aperto un fascicolo per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Il comandante Pietro Marrone è stato convocato in caserma. Nel corso delle prossime ore potrebbero scattare gli interrogatori dell’equipaggio.

“Sequestrata  – scrive Matteo Salvini su Facebook – la nave dei centri sociali. Ottimo. Ora in Italia c’è un governo che difende i confini e fa rispettare le leggi, soprattutto ai trafficanti di uomini. Chi sbaglia paga. Ringrazio per l’impegno e la professionalità le donne e gli uomini di Guardia di Finanza, Guardia Costiera e Polizia di Stato. Hanno permesso di ottenere questo risultato positivo per il rispetto della legge e della sicurezza nazionale”.

Nel mentre si riaccendono le polemiche tra il ministro dell’Interno e Roberto Saviano, che conferma che verra’ processato per aver definito Salvini “ministro della Mala Vita” e che incalza ancora: “Alla vigilia del voto in Senato sul caso #Diciotti, che salverà il Ministro della Mala Vita dal rischio concreto di finire in carcere, assistiamo al suo ennesimo atto da buffone sulla pelle dei migranti. Grazie Mediterranea Saving Humans per aver salvato 49 persone dal mare e dalle prigioni libiche”.

“Noi lavoriamo per gli Italiani, lui insulta dandomi del Ministro della Mala Vita e del buffone.
Che dite, oltre al bacione gli regaliamo anche una bella querela?”, commenta il vice premier.

Ma Saviano non sembra essere l’unico a lanciare violente invettive contro Salvini, che scrive su Facebook: “E dopo Saviano, ecco Santoro. Mi riempie di insulti definendomi “ministro della guerra civile” e auspicando il mio arresto. Roba da matti. Ma tutti questi ricchi giornalisti e “intellettuali” radical-chic hanno in testa solo i diritti dei clandestini e la tutela dei barconi? Pensare ogni tanto ai problemi degli italiani gli fa schifo? Io vado avanti, a testa alta”.

Ettore Lembo

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net