sabato, Novembre 28, 2020
Home > Abruzzo > Omicidio Rapposelli, terza udienza: in aula padre e figlio non si guardano in faccia

Omicidio Rapposelli, terza udienza: in aula padre e figlio non si guardano in faccia

< img src="https://www.la-notizia.net/rapposelli" alt="rapposelli"

TERAMO –  Terza udienza del processo relativo alla morte di Renata Rapposelli. In aula padre e figlio non si sono neppure guardati in faccia. Tra loro attualmente non ci sarebbero infatti buoni rapporti, a seguito della accuse rivolte da Giuseppe a Simone. Di fondamentale importanza la testimonianza dei carabinieri che ha attestato come il luogo del rinvenimento del cadavere sia raggiungibile in auto. Renata Rapposelli viveva in stato di forte indigenza, tanto che i Servizi sociali di Ancona le avevano messo a disposizione un alloggio e si sarebbe rivolta al Servizio di igiene mentale per la propria instabilita’ emotiva.

Giuseppe e Simone Santoleri, ex marito e figlio della pittrice rinvenuta cadavere a Tolentino, lungo l’alveo del fiume Chienti, sono stati arrestati il 6 marzo 2018 nella loro abitazione . L’accusa che pesa su di loro è quella di omicidio volontario e di occultamento di cadavere.

Il 9 ottobre 2017 la donna era partita per Giulianova da Ancona, dov’era la sua abitazione, perché, secondo vari elementi raccolti, sarebbe stata preoccupata delle condizioni di salute del figlio Simone. L’incontro sarebbe poi rapidamente degenerato in un furibondo litigio scaturito, con grandissima probabilità, da motivazioni di tipo economico.
.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net
Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *