venerdì, Settembre 18, 2020
Home > Mondo > Strage di Christchurch, 89 capi d’accusa per Brenton Tarrant

Strage di Christchurch, 89 capi d’accusa per Brenton Tarrant

< img src="https://www.la-notizia.net/Christchurch" alt="Christchurch"

Brendon Tarrant, l’uomo australiano accusato della strage nelle moschee di Christchurch, è stato accusato di 50 omicidi e di 39 tentati omicidi. A renderlo noto la polizia neozelandese. Brenton Harrison Tarrant, comparira’ domani presso l’Alta Corte a Christchurch. Altre accuse sarebbero ancora in esame, secondo quanto riportato dal New Zealand Herald . Lo scorso 15 marzo ha ucciso 50 persone negli attacchi a due moschee e ha diffuso su Facebook le immagini della carneficina. Il 28enne è apparso per la prima volta al tribunale distrettuale il 16 marzo. Il giudice Mander ha sentenziato che l’imputato comparirà in tribunale venerdì tramite collegamento audiovisivo dal carcere. Questa non è una pratica rara: le persone appaiono in tribunale in tutta la Nuova Zelanda ogni giorno per mezzo di uno schermo televisivo. Brenton Tarrant rappresenterà se stesso durante il processo.

L’uomo ha detto di aver effettuato l’attacco per “ridurre direttamente i tassi di immigrazione nelle terre europee”. Il killer ha descritto l’attacco come un atto di “vendetta sugli invasori per le centinaia di migliaia di morti causati da invasori stranieri nelle terre europee nel corso della storia … per l’asservimento di milioni di europei prelevati dalle loro terre dagli schiavisti islamici … (e) per le migliaia di vite europee perse per attacchi terroristici in tutta l’Europa “.

Ha anche detto che si sarebbe vendicato per Ebba Akerlund, la bambina di 11 anni che è stata uccisa in un attacco terroristico del 2017 a Stoccolma. Subito dopo i fatti, il primo ministro della Nuova Zelanda, Jacinda Ardern, ha descritto gli eventi come un attacco terroristico, parlando di uno dei “giorni più bui” del paese. Sul caricatore di uno dei fucili del 28enne australiano ci sarebbe stata una lunga dedica ad altri personaggi che gli sarebbero stati di ispirazione. Tra queste Luca Traini, l’autore della sparatoria effettuata a Macerata, nelle Marche, a seguito dell’omicidio della 18enne romana Pamela Mastropietro

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com