mercoledì, Dicembre 8, 2021
Home > Italia > MoVimento 5 Stelle, bufera sulla piattaforma Rousseau

MoVimento 5 Stelle, bufera sulla piattaforma Rousseau

< img src="https://www.la-notizia.net/di-maio" alt="di maio"

MoVimento 5 Stelle, bufera sulla piattaforma Rousseau. Il Garante della privacy ha spiccato una multa da 50mila euro indirizzata all’Associazione per non avere protetto adeguatamente i dati personali degli iscritti in occasione del voto online. Il Garante, a conclusione delle verifiche condotte, ha infatti reso noto il provvedimento che “ingiunge all’Associazione Rousseau, quale responsabile del trattamento e in tale qualità trasgressore, il pagamento, entro 180 giorni dalla data di ricezione del presente provvedimento, di euro 50.000 a titolo di sanzione”.

Nel frattempo ieri si e’ votato per il secondo turno delle Europarlamentarie.

“Ieri  – scrive Luigi Di Maio sul proprio profilo Facebook – si sono concluse le votazioni per i candidati alle europee e presto vi svelerò anche i nomi dei capilista di tutte le circoscrizioni. Vi stupiranno, ve lo assicuro.

La nostra campagna sarà capillare e contiamo su di voi, su tutti gli iscritti, su tutti gli attivisti, su tutti i nostri sostenitori. Come sempre ci sarà chi si dedicherà ai banchetti, chi farà volantinaggio, chi aiuterà con i palchi, chi ci sosterrà con una donazione. Voi e solo voi siete i nostri finanziatori e siete gli unici a cui dobbiamo rendere conto. Non abbiamo lobby o multinazionali che ci supportano. Si tratta di un punto d’orgoglio, di un vanto che dobbiamo tenerci stretto. Il MoVimento 5 Stelle continua a rifiutare qualsiasi forma di finanziamento pubblico. Noi abbiamo un’altra idea di fare politica. Ed è questo che gli altri non hanno capito. Dicono che siamo l’anti politica, ma noi siamo un’altra politica!
Dimostriamoglielo. Dimostriamogli che la nostra idea funziona, che la politica si può fare dal basso con la forza dei cittadini”. 

E conclude: “Queste elezioni saranno importanti per l’Europa, ma anche per l’Italia. Il MoVimento 5 Stelle farà un gruppo europeo nuovo, con forze politiche giovani, completamente svincolate dalle ideologie. Lontanissime da quella preoccupante estrema destra intollerante e da quella finta sinistra che fa gli interessi dei grandi evasori, non delle persone normali, colpevole di aver fatto crescere la disuguaglianza in tutta Europa a livelli mai visti prima.
Bisogna cambiare tutto. Bisogna cambiare le politiche e bisogna cambiare le parole. Bisogna rimettere al centro delle politiche di tutta Europa i diritti sociali, l’ambiente, la lotta all’evasione, il sostegno alle piccole e medie imprese, la tecnologia, l’innovazione: il futuro”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

 

 

Lo stiamo facendo per cambiare l’Italia. Lo faremo per cambiare l’Europa.