giovedì, luglio 18, 2019
Home > Italia > Il DDL 735 e il “voltafaccia politico” del M5S: 26 organizzazioni chiedono le dimissioni di Spadafora

Il DDL 735 e il “voltafaccia politico” del M5S: 26 organizzazioni chiedono le dimissioni di Spadafora

< img src="https://www.la-notizia.net/spadafora" alt="spadafora"

Riceviamo da Adiantum (Associazione di Aderenti Nazionali per la Tutela dei Minori) e pubblichiamo:

Una nutrita schiera di associazioni e organizzazioni a tutela dei diritti civili della famiglia, a seguito delle gravi affermazioni dell’on. Vincenzo Spadafora sul progetto di riforma dell’Affido Condiviso (DDL n. 735), ha inviato al Premier Conte formale richiesta di sua rimozione dalla carica di Sottosegretario alle P.O. o la richiesta di sue dimissioni.

La lettera (consultabile aprendo il seguente link Lettera Conte e vicepresidenti) è stata trasmessa al Presidente del Consiglio, ai due Vice Premier Di Maio e Salvini e per competenza al Ministro della Famiglia Fontana, al Ministro della Giustizia Bonafede ed al Senatore Pillon.


“…questo Governo – si legge nella richiesta indirizzata a Palazzo Chigi – ha regalato all’Italia delle famiglie separate la figura indispensabile dell’on. Sottosegretario alle P.O. Vincenzo Spadafora, al quale sono state attribuite competenze che, in tutta evidenza, egli non possiede: non ha una laurea specialistica, non è un genitore e – cosa ancor più grave – nell’espletamento del precedente incarico di Garante Nazionale Infanzia e Adolescenza, si era già distinto per l’assoluta assenza di risultati e per una inesistente azione di contrasto sia al c.d. Falso Condiviso, sia al fenomeno degli “allontanamenti facili” di minori in case famiglia….”.

E ancora “…non sorprende come l’on. Spadafora si sia rapidamente allineato a quanti vorrebbero impedire una vera riforma dell’Affidamento Condiviso. Tale suo atteggiamento – assolutamente legittimo dal punto di vista personale, non da quello istituzionale – contrasta però con quanto previsto nel Contratto di Governo, e pertanto le associazioni ed organizzazioni firmatarie del presente documento, in considerazione dell’incompatibilità dell’on. Spadafora con il ruolo così generosamente attribuitogli, ne chiedono formalmente le dimissioni o l’avvicendamento, preferendogli una figura di garanzia e di chiara competenza, capace di restituire serenità, equilibrio e correttezza ad un dibattito che è ancora in corso, e che segnerà il futuro delle famiglie italiane…”.

Qui di seguito l’elenco di organizzazioni ed associazioni firmatarie:

Adiantum – Associazione di Aderenti Nazionali per la Tutela dei Minori

Adamo – Uomini e Padri Separati

APS Associazione Nazionale

Falchi Pattuglie Sociali

Colibrì – Coordinamento Interassociativo Libere Iniziative per la Bigenitorialità

Famiglia Società e Giustizia

Figli Negati

Figli per Sempre

Genitori Sottratti – Bologna

Gesef – Genitori Separati dai Figli – Roma

Gesefi – Genitori Separati e Figli Onlus – Torino

Icask – International Child Abduction Slovakia

Lega Sud Ausonia

MFPG – Movimento Femminile per la Parità Genitoriale

Nonne e Nonni Penalizzati dalle Separazioni – Roma

Papà Separati – Asti

Papà e Mamme Separati – Ragusa

Papà Separati Lombardia Onlus

Papà e Mamme Separati Onlus – Novara

Papà e Mamme Separati Onlus – Napoli

Papà Separati Liguria Onlus

Papà Separati – Torino Onlus

Papà Separati – Vibo Valentia

Popoli Sovrani d’Europa

SeparAzione Papà – Ascoli Piceno

Stalker Sarai Tu – Blog

U.D.i.RE – Uomini e Donne in Rete contro ogni forma di violenza

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: