sabato, Gennaio 16, 2021
Home > Mondo > Notre Dame, Parigi colpita al cuore. Macron: “Ricostruiremo tutti insieme”

Notre Dame, Parigi colpita al cuore. Macron: “Ricostruiremo tutti insieme”

< img src="https://www.la-notizia.net/notre" alt="notre"

“Notre Dame e’ la nostra storia e la nostra storia sta bruciando”. Queste le parole del presidente francese Emmanuel Macron dopo il rogo che ha parzialmente distrutto la cattedrale di Notre Dame. Contestualmente ha pero’ dichiarato che gia’ da oggi verra’ messa in moto la macchina della ricostruzione. I vigili del fuoco sono riusciti a salvare la struttura dell’ edificio gotico, comprese le sue due torri, ma la guglia e il tetto sono crollati. L’incendio è stato dichiarato sotto controllo quasi nove ore dopo il suo inizio. La causa non è ancora chiara, ma i funzionari dicono che potrebbe essere collegata ai vasti lavori di ristrutturazione in corso.

L’ufficio del procuratore di Parigi ha dichiarato che la vicenda viene attualmente trattata come un incidente. Un pompiere è rimasto gravemente ferito mentre stava cercando di domare le fiamme.

Visitando il sito, Macron ha detto che “il peggio è stato evitato” con la conservazione della struttura principale della cattedrale, e si e’ impegnato a lanciare un programma di raccolta fondi internazionale per la ricostruzione.

“Ricostruiremo questa cattedrale tutti insieme ed è indubbiamente questo il destino francese”, ha affermato. “Questo è quello che i francesi si aspettano perché è ciò che la nostra storia merita”, ha aggiunto, visibilmente emozionato, definendo l’accaduto una “terribile tragedia”.

Il miliardario François-Henri Pinault, presidente e amministratore delegato del gruppo Kering, proprietario dei marchi di moda Gucci e Yves Saint Laurent, ha già promesso 100 milioni di euro (113 milioni di sterline) per la ricostruzione di Notre-Dame, riferisce l’agenzia di stampa AFP.

L’incendio è iniziato alle 18:30 di ieri e ha raggiunto rapidamente il tetto della cattedrale, distruggendo le sue vetrate e gli interni in legno prima di far crollare la guglia.

I vigili del fuoco hanno quindi impiegato ore a lavorare per impedire il crollo di uno degli iconici campanili. I team di ricerca stanno ora valutando l’entità del danno.

Le sezioni dell’edificio si trovavano sotto le impalcature per i lavori di ristrutturazione e 16 statue di rame erano state rimosse la scorsa settimana. I lavori sono iniziati dopo l’apparizione di crepe nella pietra.

Macron ha elogiato il “coraggio estremo” dei 500 pompieri coinvolti nell’operazione. Le squadre di soccorso sono riuscite a salvare preziose opere d’arte e oggetti religiosi, compresa quella che sarebbe stata la corona di spine indossata da Gesù prima della sua crocifissione, conservati all’interno della cattedrale costruita nei secoli XII e XIII.

La storica Camille Pascal ha dichiarato all’emittente francese BFMTV che “un patrimonio inestimabile” e’ stato distrutto. “Gli eventi felici e sfortunati per secoli sono stati contrassegnati dalle campane di Notre-Dame: possiamo essere solo inorriditi da ciò che vediamo ora”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *