venerdì, Settembre 25, 2020
Home > Italia > Italia “ateizzata”: avanza l’Islam con la complicità cattolica?

Italia “ateizzata”: avanza l’Islam con la complicità cattolica?

< img src="https://www.la-notizia.net/islam" alt="islam"

L’ateismo imposto dai regimi Comunisti ed in particolare da quello stalinista, è stato contrastato e
scongiurato in Italia dal 1945 da Papa Pio XII, al secolo Eugenio Maria Giuseppe Pacielli, oltre che, secondo alcune controverse fonti, dalla Conferenza di Jalta, che indicava l’Italia come paese facente parte al blocco di quell’Europa non comunista. Ma forse erano altri tempi. Oggi, probabilmente complice proprio quel comunismo, che in maniera occulta serpeggia da sempre e che ha avuto in Italia, ma non solo, quei margini di manovra alimentati forse da probabili finanziamenti di cui tutti parlano, ma che mai nessuno ha voluto ricercare e che hanno permesso di inserire in posti chiave e strategici, personaggi che hanno potuto gestire tante situazioni, si e’ arrivati alla caduta di tanti valori, della cultura Italiana, e della fede cristiana, aprendo così le porte all’Islam.

Che l’espansionismo Islamico sia un fenomeno che dalla sua nascita è sempre esistito, non è certo una novità e basta rileggere la storia per notare come l’Islam abbia conquistato interi territori e nazioni. Il problema e’ che queste conquiste sono avvenute sempre in maniera violenta eliminando fisicamente gli “Infedeli”, così definiscono coloro che non si convertono alla loro fede di cui il Corano rappresenta il loro “vangelo”. Dall’altra parte, di certo, non possiamo dimenticare come e’ avvenuto il fenomeno delle Crociate.

Secondo Bill Warner, Direttore del Centro Studi delle politiche Islamiche, sembrerebbe che fino ad oggi siano stati uccisi ben 270 milioni di “infedeli” in 14 secoli tra cui: 50 milioni di vittime nell’Anatolia e Nord Africa, 10 milioni di Buddisti, 80 milioni di Indiani e 120 milioni nell’ africa Sub Sahariana.
La conquista dell’Italia e’ da sempre obiettivo dell’Islam nei secoli e basta ricordare le storiche invasioni arabe che ci hanno visto protagonisti specialmente al sud dell’Italia ed i Sicilia.

Se quindi nei secoli una forte fede cristiana, certamente con tutti i torti e le storture, e la assoluta
protezione dei propri confini ha impedito l’espansione dell’Islam, oggi il crollo di questa, alimentata in
maniera conseguente da una profonda caduta di valori, cultura e tradizioni, probabilmente incentivata
da quella politica che oggi viene chiamata il “politicamente corretta” ne sta favorendo l’invasione.
La politica destabilizzante negli ultimi anni, alimentata da volontà provenienti da Stati oltreoceano che
hanno promosso scelte discutibili e provocato guerre destabilizzanti in tutta l’area del mediterraneo,
hanno favorito l’avanzata in Italia di popolazioni islamiche, introdotte come esuli, profughi o altre
denominazioni, nascondendo la vera natura del fenomeno.

L’inspiegabile cambio dei vertici Vaticani, con l’abdicazione di un Papa che con le sue Lezioni Magistrali condannava l’Islam e l’elezione di un Papa che favorisce l’apertura all’Islam attraverso l’immigrazione, non può che considerarsi come una forma di complicità alla sostituzione etnica e religiosa in Italia, avallata da certi governi di sinistra che, pur essendo stati messi in minoranza anche per questi motivi, hanno promosso le politiche scellerate d’oltre oceano.

Desta grande stupore infatti ciò che è avvenuto nella tradizionale “Via Crucis” tenutasi a Roma nella
tradizionale occasione del Venerdì Santo, dove piuttosto che esaltare il Sacrificio di Cristo, nella passione e morte che viene rappresentata e ricordata, il “santo Padre” inneggiava e spronava ad aprire le porte agli immigrati….. Islamici.

Già qualche giorno prima aveva lasciato perplessi i tanti Fedeli il silenzio, o quasi, dello stesso Papa al terribile incendio che ha devastato la Cattedrale di Notre Dame a Parigi, simbolo della cristianità Francese e seconda dopo la Basilica di San Pietro a Roma.
Ma ciò che lascia senza parole e deve indurre a riflettere sono i Tweet di Obama e della Clinton sulla
drammatica strage avvenuta nello Sri Lanka che ha provocato oltre 321 morti e oltre 450 feriti, non definiti da essi Cristiani bensì “Adoratori della Pasqua”.

Tweet di una gravità inaudita che tende a disconoscere la cristianità di questi martiri.
Altra assurdità, nessun intervento da parte di chi ha il DOVERE di difendere si il cattolicesimo, ma anche la cristianità. In forte crescita quindi l’Islam in Italia, e grazie alla complicità Vaticana, forse vedremo presto le moschee al posto delle nostre sacre Chiese?

Ettore Lembo

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
La-Notizia.net (www.la-notizia.net) nasce il 27 marzo 2017 con la registrazione presso l'Ufficio delle Entrate di San Benedetto del Tronto della Associazione Culturale “LA NUOVA ITALIA” peraltro già attiva dal 2007 nel settore della promozione di convegni ed iniziative letterarie ed artistiche volte a tutelare i valori culturali e nazionali della tradizione e della innovazione Italiana nell'ambito delle attività creative e divulgative. Dopo un decennio di attività la assemblea dei soci ha deciso di registrare a fini legali e fiscali la propria Associazione per poter intraprendere la attività editoriale di un quotidiano on-line innovativo e futuristico in ambito locale, nazionale ed internazionale denominato La-Notizia.net individuando il Direttore della testata nella propria socia fondatrice dr.ssa Lucia Mosca riconoscendone le importanti qualità professionali e culturali. A seguito dell'avvenuta ufficializzazione e della attribuzione di partita IVA alla nostra Associazione presso la sede storica situata a San Benedetto in via Roma, 18 si è proceduto alla prescritta registrazione della testata presso il tribunale di Ascoli Piceno perfezionata con numero 534 del 9 maggio 2017 consentendoci in tal modo di trasformare il blog già operativo da qualche mese in giornale quotidiano on-line a tutti gli effetti. Nei 13 mesi trascorsi da allora il giornale ha già totalizzato oltre un milione di visualizzazioni ed è attualmente in progressiva e forte crescita giungendo a sfiorare nell mese di maggio le 150 mila visualizzazioni mensili. Tale importante crescita deriva dalla volontà del direttore Lucia Mosca di creare un organo di informazione indipendente e che sappia coprire l'informazione locale, nazionale ed internazionale con professionalità ed onestà intellettuale, dando voce a tutti i liberi cittadini a tutela della libertà di espressione tutelata dall'art. 21 della nostra Costituzione. Una voce libera ed autorevole guidata da Lucia Mosca che, dopo aver avviato la propria attività giornalistica nel 1993 con Il Messaggero di Macerata ed aver proseguito negli anni con Il Messaggero Ancona (e cronaca nazionale), Il Messaggero San Benedetto del Tronto ed Ascoli Piceno, Ancona e nazionale, Il Resto del Carlino Marche, Ascoli Piceno e Ancona, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale, ha deciso di dare vita ad un organo di informazione che potesse dare piena espressione all'esperienza acquisita. La-Notizia.net dà voce a tutti, a prescindere dal colore politico e dalla appartenenza etnica, culturale e religiosa, purché si mantengano i criteri del rispetto della libertà e della dignità altrui, dell'oggettività e della rilevanza di una cronaca che sia effettivamente a favore di una utilità sociale di cui mai come ora c'è concretamente bisogno. Si tratta di un quotidiano nazionale con edizioni locali per Marche ed Abruzzo. Per ora solo on line, presto su cartaceo e dotato di web tv. Il direttore è particolarmente sensibile alla valorizzazione del territorio, della attività che stanno faticosamente cercando di uscire dal periodo di crisi. Ha inoltre un occhio particolarmente attento per ciò che concerne il mondo dell'arte in tutte le sue sfaccettature. https://www.facebook.com/La-notizianet-340973112939735/ https://twitter.com/LuciaMosca1 e-mail: info@la-notizia.net Tel. +39 346 366 1180

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *