martedì, Dicembre 7, 2021
Home > Abruzzo > Elezioni Comunali a Pescara: il Popolo della Famiglia lancia la candidatura di Palka

Elezioni Comunali a Pescara: il Popolo della Famiglia lancia la candidatura di Palka

< img src="https://www.la-notizia.net/palka" alt="palka"

Il Popolo della Famiglia di Pescara promuove la candidatura a Consigliere Comunale, come indipendente del PDF, del Prof. Giandomenico Palka, professore di Genetica all’Università di Chieti, Presidente dei Medici Cattolici di Pescara, e da sempre in prima linea a difesa della Vita e della Famiglia.

Il prof. Palka (a sinistra nella foto), comunica i punti essenziali del suo programma elettorale con la seguente lettera aperta ai suoi amici ed elettori, in cui spiega le ragioni che lo hanno convinto a schierarsi con il Popolo della Famiglia, a sostegno del candidato Sindaco Carlo Masci, nella lista civica “Pescara Futura”.

“Carissimi amici e amiche – scrive in una nota il Prof. Giandomenico Palka – ,  ho deciso di candidarmi al Comune di Pescara con la lista civica “Pescara Futura”  in appoggio al candidato Sindaco Avv. Carlo  Masci, in rappresentanza de Il Popolo della Famiglia, il nuovo movimento politico di cui condivido valori e progetti a favore della famiglia.

Ho scritto nel recente passato sulla necessità dell’impegno dei cattolici in politica. Ho scelto come lista civica “Pescara Futura” perché la conosco dal tempo in cui fu fondata da un gruppo di giovani
il cui leader era appunto l’Avv. Carlo Masci. Certo io non sono un politico e non ho esperienza in questo campo.

Quello che posso garantire è la mia buona volontà, l’onestà, la serietà nel lavoro e aggiungerei
una discreta competenza in campo medico e in quello del volontariato. Ho insegnato Genetica Medica e Umana  per 45 anni presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università G. D’Annunzio, e ho fatto il Primario  della U.O.C. di Genetica Medica presso le ASL di Pescara prima, e Chieti successivamente, per 22 anni.

Inoltre ho svolto volontariato per 41 anni presso l’Associazione Down, che ho contribuito a fondare.
Ho partecipato attivamente al dibattito sulla “Nuova Pescara “, organizzando anche un convegno a riguardo.  Su questi campi posso offrire un discreto contributo e, con i tempi che corrono, non è poco.
Sono in pensione da un anno e, come dice mia moglie, che mi sostiene,  ho tempo libero da dedicare alle problematiche che affliggono la nostra città.

Spero che i miei concittadini siano d’accordo su questa esperienza e mi sostengano.  Anche se mi rendo conto che non sarà facile riuscire in questa impresa, Io ce la metterò tutta, come ho fatto in tutte le cose della mia vita. In ogni caso vi ringrazio di cuore per l’aiuto che mi darete”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net