venerdì, Novembre 15, 2019
Home > Mondo > Sri Lanka, blitz dell’esercito a Est: rinvenuti 15 cadaveri. Morti 6 bambini

Sri Lanka, blitz dell’esercito a Est: rinvenuti 15 cadaveri. Morti 6 bambini

< img src="https://www.la-notizia.net/sri-lanka" alt="sri lanka"

I cadaveri di 15 persone, tra cui quelli di 6 bambini, sono stati rinvenuti dopo lo scontro tra la polizia dello Sri Lanka e sospetti militanti islamici nell’est del paese. Il conflitto si e’ svolto a Sainthamaruthu, a sud della città di Batticaloa. Le forze di sicurezza hanno effettuato incursioni in tutto il paese in seguito agli attentati. Al momento dell’intervento delle forze di sicurezza tre uomini si sono fatti esplodere provocando le 15 vittime.

Nel frattempo la Chiesa cattolica dello Sri Lanka ha cancellato tutte le messe domenicali fino a nuovo avviso. L’arcivescovo di Colombo Malcolm Ranjith ha dichiarato di essere informato circa possibili ulteriori attacchi.

Ha anche detto di essersi sentito “tradito”, dopo che è emerso che il governo non aveva agito in base agli avvertimenti sugli attentati.


Gli attacchi suicidi condotti in tre hotel di lusso e in tre chiese domenica scorsa hanno provocato almeno 250 vittime. Le autorità hanno accusato un gruppo estremista locale, sebbene L’Isis abbia rivendicato gli attentati.

La sicurezza è stata intensificata intorno alle moschee per le preghiere del venerdì. La polizia dello Sri Lanka ha dichiarato di aver aperto il fuoco contro un gruppo armato nell’est del paese mentre si cercavano sospetti legati agli attentatori.

L’area non è lontana dalla città natale del predicatore radicale Zahran Hashim – sospettato di essere il leader degli attacchi.

La polizia ha dichiarato che 10 arresti sono stati effettuati in tutto il paese nella giornata di venerdì, portando il numero dei fermi a 80.

Il presidente Maithripala Sirisena ha detto ai giornalisti che i servizi di intelligence ritengono che circa 130 sospetti legati all’IS fossero nel paese e che la polizia stava cercando 70 persone ancora in libertà.

Il cardinale Ranjith ha dichiarato che alla Chiesa non è stato detto nulla riguardo agli avvertimenti su possibili attacchi. “Non sapevamo nulla, per noi è stato un fulmine a ciel sereno”, ha detto ai giornalisti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: