giovedì, Agosto 5, 2021
Home > Italia > Viterbo, commerciante ucciso: massacrato per dei jeans firmati

Viterbo, commerciante ucciso: massacrato per dei jeans firmati

VITERBO – Sarebbe stato ucciso in quanto il killer non poteva permettersi dei jeans firmati. Ma si ostinava a voler pagare con una carta bloccata. All’ennesimo tentativo andato fallito, e’ scattata la furia cieca. Norveo Fedeli, titolare di un negozio di abbigliamento nel centro storico di Viterbo, e’ stato massacrato a colpi di sgabello per mano di Michael Aaron Pang, 22 anni, cittadino americno nato in Corea del Sud. Il giovane e’ stato fermato dagli inquirenti poche ore dopo il delitto. Deve rispondere delle accuse di rapina aggravata e omicidio volontario. Il 22enne era stato tre volte all’interno del negozio, di cui l’ultima il 3 maggio: il giorno dell’omicidio. Dopo una lite poi degenerata, Norveo Fedeli è stato colpito alla testa con uno sgabello. E’ deceduto poco dopo.

L’assassino si sarebbe poi appropriato del suo portafogli, di alcuni vestiti e sarebbe poi uscito dal locale con una busta al piede, utilizzata probabilmente per nascondere il sangue.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.