lunedì, Novembre 30, 2020
Home > Abruzzo > Capistrello, al via il restauro della Chiesa di San Nicola

Capistrello, al via il restauro della Chiesa di San Nicola

< img src="https://www.la-notizia.net/capistrello" alt="capistrello"

La Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio dell’Abruzzo ha stanziato 25.000 euro per il restauro dell’ambone della chiesa di S.Nicola a Corcumello,frazione di Capistrello,provincia dell’Aquila. I lavori,  consegnati il 9 maggio alla ditta Cricchi S.r.l. saranno conclusioni tra circa 6 mesi.

L’ambone della chiesa di S.Nicola, citata a partire dal 1188, fa parte della serie di apparati liturgici medioevali di grande pregio, disseminati nella regione e, in particolare, nell’area della Marsica.

Nel manufatto realizzato nel 1267 a opera del maestro Stefano da Mosciano sono rappresentati, sul fronte della cassa, i simboli degli Evangelisti oltre al pluteo semicircolare del lettorino ornato di un’aquila con rettile negli artigli.

Sui due lati vi sono figure relative ai SS. Pietro e Paolo e ad una figura muliebre.

A seguito della distruzione della chiesa benedettina di San Pietro l’ambone, all’origine collocato al suo interno, è stato smontato e ri-assemblato, tra il 1904 e il 1908, nella chiesa parrocchiale di San Nicola, con parziali amputazioni ed evidenti modifiche. Il manufatto è stato infatti inserito per un terzo circa nella parete, omettendo le due colonne posteriori e inglobando buona parte dei bassorilievi dei plutei laterali e dell’iscrizione. Non è da escludere che, nella ricomposizione delle lastre, sia stata alterata la successione voluta dall’autore o che alcune delle lastre siano di diversa provenienza.

“Il restauro-sottolinea la Soprintendente Rosaria Mencarelli-si propone di restituire, quanto più possibile, nel rispetto di quello che la storia ci ha consegnato, una corretta lettura del manufatto, intervenendo anche sulla parete su cui insiste, per eliminare superfetazioni che ne alterano la visuale e il corretto godimento”.

È stata inoltrata richiesta alla Fondazione CarispAq per ottenere un finanziamento di 16.000,00 euro, che andrà ad aggiungersi alla somma di 25.000,00 euro, già stanziata dal Ministero  dei Beni e delle Attività Culturali.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *