martedì, luglio 23, 2019
Home > Marche > Popolazione minorile in calo: i numeri delle Marche e delle province

Popolazione minorile in calo: i numeri delle Marche e delle province

Ancona – La popolazione minorile in Italia è in calo costante da alcuni decenni. In gran parte per ragioni strutturali, dovute al fatto che la popolosa generazione dei baby boomers è progressivamente uscita dall’età riproduttiva. Come sottolineato da Istat, le generazioni successive sono molto meno numerose, quindi una contrazione nel numero di nascite è insita nella nuova struttura demografica.

La conseguenza è che se nei primi anni ’80 i minori di 18 anni rappresentavano circa un quarto della popolazione complessiva, attualmente la percentuale di minori si attesta sul 16%.  La quota di minori in Italia è scesa di 10 punti dagli anni ’80

Questo progressivo calo non si è verificato in modo uniforme. Nelle regioni del sud, dove storicamente vivono più minori rispetto ai residenti, la contrazione è stata molto più veloce negli ultimi anni. Dal 2012 i minori sono diminuiti di quasi il 10% in Basilicata e Molise e di oltre il 5% in Sardegna, Sicilia, Calabria, Campania e Puglia. Nelle Marche la diminuzione è stata del 4%. Crescono solo Lazio, Emilia Romagna, Lombardia e Toscana.


Per le province troviamo queste cifre: Pesaro/Urbino – 3,43%; Ancona -2,74%; Macerata -3,49%; Fermo – 4,79%; Ascoli Piceno – 6,01%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: