martedì, Ottobre 20, 2020
Home > Lazio > Antitrust sanziona imprese per la gara FM4. ANIP-Confindustria: “Controllo e verifica strumenti necessari”

Antitrust sanziona imprese per la gara FM4. ANIP-Confindustria: “Controllo e verifica strumenti necessari”

< img src="https://www.la-notizia.net/multiservizi" alt="multiservizi"

Riceviamo da ANIP-Confindustria e pubblichiamo: Giunge dopo una lunga istruttoria la decisione dell’AGCM di sanzionare alcune aziende per comportamento anticoncorrenziale in merito alla ormai famosa gara per servizi di Pulizia ‘FM4’ bandita da Consip già da oltre 4 anni. Abbiamo da sempre auspicato che si arrivasse quanto prima
a fare chiarezza su tutta la vicenda, per non danneggiare ulteriormente imprese, lavoratori e mercato in un momento di grande incertezza e cambiamento. Controllo e verifica del mercato, delle imprese e delle stazioni appaltanti, sono opportuni e necessari soprattutto per le commesse pubbliche, abbiamo bisogno tutti di un cambio di passo.

Occorre riflettere, a margine di questi lunghi contenziosi, sulla necessità di migliorare la cornice legislativa e regolamentare a garanzia di committenti e imprese, azione che oggi- con la revisione del Codice Appalti- non ci pare
sufficientemente intrapresa soprattutto nel considerare le specificità del comparto dei Servizi. Le criticità di ‘FM4’ non devono portare però ad abbandonare la strada di organizzare l’offerta dei servizi pubblici attraverso l’outsourcing che, se ben concepita e realizzata, ha come effetto il miglioramento dei servizi erogati e il contenimento dei costi. Tornare al passato, come spesso auspicato, non può essere una risposta: esiste una complessità economica, industriale e di
organizzazione del lavoro del mondo dei servizi che va affrontata.

E per farlo occorrono competenza e capacità che vanno messe al servizio della crescita del paese e della sicurezza dei cittadini, degli utenti di scuole, ospedali, trasporti, città. Aspetti che possono essere garantiti solo attraverso una
visione moderna del Facility Management e una legge quadro appositamente concepita”. Lo dichiara in una nota ANIP-Confindustria, l’associazione delle Imprese di Pulizia e Servizi Integratiaderente a Confindustria, intervenuta – supportata dallo Studio legale BonelliErede con il team coordinato dall’avvocato Francesco Anglani- nel corso procedimento istruttorio a garanzia delle proprie associate ed in difesa dei principi di legalità e trasparenza di cui si è fatta sempre portatrice.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *