sabato, Dicembre 4, 2021
Home > Italia > E, morto Vittorio Zucconi, prestigiosa firma del quotidiano Repubblica

E, morto Vittorio Zucconi, prestigiosa firma del quotidiano Repubblica

< img src="https://www.la-notizia.net/vittorio" alt="vittorio"

“Anche quella forza della natura giornalistica che era Vittorio si è fermata. La forza della scrittura, l’impeto del narrare, l’energia della raffigurazione, la potenza della costruzione. E insieme, la felicità ogni volta del capire e del raccontare, una sorta di abbandono responsabile e vigile al richiamo della storia, qualcosa di quasi fisico, materiale, dove la vicenda lo dominava possedendolo: finché il suo giornalismo soggiogava la realtà, la penetrava attraversandola, e intanto ricreava un mondo”. Così scrive Repubblica relativamente alla scomparsa di Vittorio Zucconi,  Prestigiosa firma del quotidiano,è morto all’età di 74 anni. Zucconi comincia la professione nei primi anni Sessanta come cronista di nera al quotidiano La Notte di Milano. Assunto nel 1969 come redattore a La Stampa, diventa corrispondente, prima da Bruxelles e successivamente da Washington sempre per La Stampa, da Parigi per la Repubblica, da Mosca per il Corriere della Sera durante il periodo della Guerra Fredda.Nel 1985 si trasferisce definitivamente a Washington dove cura gli editoriali di Repubblica.