giovedì, Ottobre 21, 2021
Home > Italia > Milano, guardia giurata spara al figlio della compagna: in manette

Milano, guardia giurata spara al figlio della compagna: in manette

< img src="https://www.la-notizia.net/milano" alt="milano"

MILANO –  Sarebbe stato l’alcol ad armare la mano della guardia giurata che ha sparato ieri sera al figlio 13enne della nuova compagna. La donna avrebbe avvisato il ragazzo di non entrare in casa in quanto era stata minacciata. Il giovane sarebbe invece arrivato insieme ad un amico ed avrebbe tentato, da quanto è stato possibile apprendere, di difendere la madre. Un attimo dopo l’uomo stava inseguendo in strada il 13enne.

Nel frattempo la donna aveva già allertato il 112. Ma, all’arrivo dei carabinieri, era già partito il colpo, esploso dalla pistola d’ordinanza, che ha ferito il ragazzino al bicipite del braccio destro. La guardia giurata avrebbe poi puntato l’arma verso i militari, per poi abbandonarla in strada e farsi arrestare. Il 13enne si trova ora ricoverato in ospedale a Milano, ma non sarebbe in pericolo di vita.  La donna aveva allacciato la relazione con il 45enne, di origini napoletane, dopo la morte del precedente compagno. “Glielo avevo detto di non andare in casa – avrebbe raccontato la mamma del 13enne -, aveva bevuto, era ubriaco”. Il ragazzino, probabilmente preoccupato per lei, aveva invece fatto di testa sua. I fatti si sono svolti ieri sera intorno alle 22.40 in via Marco Aurelio.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net