sabato, Gennaio 23, 2021
Home > Lazio > Codici: “Contraffazione senza scrupoli, attenzione ai farmaci”

Codici: “Contraffazione senza scrupoli, attenzione ai farmaci”

codici

Riceviamo dall’associazione Codici e pubblichiamo: “Un intervento provvidenziale, grazie al quale è stata sventata una maxitruffa e che conferma anche la pericolosità della contraffazione. Questo il giudizio dell’Associazione Codici in merito all’operazione della Guardia di Finanza e dell’Agenzia delle Dogane nel porto di Genova, che ha portato al sequestro di un container proveniente dalla Tunisia e destinato in Sudan, al cui interno sono state scoperte ben 4 tonnellate di farmaci per bambini, potenzialmente pericolosi in quanto sprovvisti di prescrizione sanitaria e con documentazione artefatta.

Un’autentica minaccia per i consumatori, considerando che si tratta di prodotti diffusi, in grado di trarre facilmente in inganno visto l’alto livello di contraffazione del packaging. Probabilmente i farmaci erano destinati anche alla vendita sul mercato online, per un guadagno di oltre 1 milione di euro per il sodalizio criminale.

Il sequestro di Genova dimostra l’importanza dell’attività di contrasto alla contraffazione e conferma la necessità da parte dei consumatori di mantenere sempre alta l’attenzione quando si fanno acquisti, a maggior ragione di farmaci, considerando che di mezzo c’è la salute. Prima di tutto, quindi, bisogna controllare l’attendibilità dei siti internet su cui si intende fare acquisti e poi controllare con attenzione l’etichetta, soprattutto per quanto riguarda contenuto e origine del prodotto.

L’Associazione Codici invita i consumatori a segnalare l’acquisto di farmaci sospetti, per via del tipo di confezione, delle informazioni riportate sull’etichetta o del sito dove è stato effettuato l’ordine, contattando lo Sportello Nazionale al numero 06.5571996 oppure all’indirizzo emailsegreteria_nazionale@codici.org”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *